Utente 895XXX
Gent.mi dottori.
Sono un ragazzo di 23 anni.
Vi spiego un attimino la mia situazione.
Ho giocato fino a 16 anni a basket a livello agonistico, per 10 anni.
Ho fatto quindi ogni anno i dovuti accertamenti ECG sotto sforzo e via discorrendo. Tutti negativi.
Lasciai lo sport per motivi personali ed iniziai a fumare allontanandomi via via dall'esercizio fisico. Tre anni fa iniziai a soffrire di disturbi di panico ed ipocondria associata alla paura di morire per problemi cardiaci.
Ora. Sono 3 settimane che ho smesso di fumare ed ho ripreso esercizio fisico. Faccio 2 volte a settimana, per 2 ore a lezione, arti marziali.
Ma ho sempre la mia solita fissa di avere un cuore debole e malato.
Oggi ad esempio, durante uno sforzo mi sono sentito molto strano, qualcosa tipo un irrigidimento del petto ed il cuore a mille, con un lieve senso di svenimento.
E' per via del mancato allenamento o si può supporre un problema cardiaco di qualche natura?
Ho fatto recentemente esami del sangue e sono ottimali e diversi ecg durante il periodo di attacchi di panico che non hanno mai rilevato alcuna anomalia.
Ora a breve andrò a fare quello sotto sforzo per arti marziali ma potete immaginare la mia fobia. Ci andrò già con il cuore a mille specie perchè il mio ''evolutissimo'' ospedale è rimasto con il gradino anzichè con la bicicletta ed ho paura di non arrivare fino alla fine della prova, di fermarmi prima.
Dopo questo sproloquio ringrazio anticipatamente per l'eventuale risposta!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
sembra ben chiaro dal suo scritto, che lei necessiti più di scurezze psicologiche che non mediche, nel senso stretto del termine.
Effettui una consulenza psicologica, vedrà che le sue fobie saranno ben presto un mero ricordo.
Saluti