Utente 138XXX
Gent.ssimi medici,
sono una donna di 33 anni, fortemente sovrappeso, affetta da tiroidite d'ashimoto e esofagite da reflusso, non fumatrice con vita sedentaria, a parte l'essere mamma di una bambina di 21 mesi.
Mio nonno paterno è morto a causa d'infarto a 75 anni e anche mio nonno materno (ancora in vita) è affetto da cardiopatia e placche per via del colesterolo.
Da diverso tempo avverto un dolore alla parte sinistra del corpo: parte dalla spalla, si intensifica al braccio ed al torace (assume le caratteristiche di un peso più che dolore) fino a scendere nella mano. Alla pressione delle parti il dolore si intensifica ed ho notato anche una certa stanchezza nel fare dei movimenti tipo salire scale(io ho inizialmente attribuito al sovrappeso).
Tre anni fa ho eseguito un ecocardiogramma dove tutto è risultato nella norma e un anno fa con visita cardiologica di routine e elettrocardiogramma il cardiologo non ha riscontrato alcun problema.
La presente per chiedervi se tale sintomatologia può essere sintomo di possibile infarto, leggendo nel web molti dei miei sintomi riconducono ad un infarto in giovane donna.In attesa di risposta, porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Le probabilità di un infarto miocardico nel Suo caso sono praticamente nulle!
Come già rispostoLe due settimane fa dal dott. Di Cosmo, la descrizione dei Suoi sintomi suggerisce l'esecuzione un approfondimento diagnostico sulla colonna vertebrale.
Ne parli al Suo medico di famiglia.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Gent.ssimo Dr.Fedi, il medico di famiglia ha confermato quello da Lei e da dr. Di Cosmo indicatomi. Si tratta di problemi osteo-muscolari e mi ha prescritto una cura per 10 giorni con Gladio compresse. Sono al 2° giorno di cura ed ancora non ho notato alcun beneficio, inoltre ho notato che dopo l'assunzione delle compresse avverto un forte mal di stomaco, nonostante il gastroprotettore. Sospendere la terapia non avrebbe senso, come potrei risolvere questo problema? cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Con questo mezzo non è possibile dare consigli terapeutici. Potrebbe provare, in attesa delle decisioni del Suo medico, a chiedere al farmacista un prodotto da banco (acquistabile senza ricetta medica) che possa aiutarLa ad attenuare i sintomi.
Cordiali saluti