Utente 165XXX
Gentili dottori, vi scrivo per il mio bimbo di 3 anni nato prematuro di 31 settimane con peso di 1.740 kg. Fin dalla nascita (io avevo cordone ombelicale unico ma non mi hanno fare la morfologica quindi non si sapeva nulla) gli hanno diagnosticato entrambi i reni piu' piccoli e alcune formazioni cistiche sulla corticale con reflusso di primo grado a dx e secondo a sx. Nato con insuff.renale poi regredita- Il reflusso è stato scoperto 2 anni fa per un urinocultura positiva senza febbre. Da allora prende augmentin serale e le urinoculture sono sempre state negative. Stiamo togliendo il pannolino ora...compito arduo... e poi hanno detto che si puo' provare a togliere l'antibiotico. Gli esami sono sempre andati molto bene. Gli ultimi fatti a giugno rilevano clearence creatina 106/173m3 sec.Schwarz creatinina 45 (corrisponde a 0,50) e azotemia a 7.5 (corrisponde a poco più di 50 il limite massimo).Gli davo troppe proteine e era salita ma con l'adeguemento dietetico sta calando notevolmente. Il bimbo fa fatica a bere acqua e penso che l'azotemia sia anche dovuta a questo. Sto comunque insistendo. La cistatina c è 1.09. Pth 178 e vitamina d (l'unica cosa negativa) è a 42 cioè in insuf. Mi hanno prescritto 2 gocce di didiol fino al controllo di novembre.
Il bimbo è sempre cresciuto bene. Ora pesa 15 kg. su 97 cm di altezza. Pressione bene o male sempre 90-95/55-60.
I reni a parte le dimensioni (ultima misura presa a ottobre 2009) erano delle seguenti misure: dx asse polo polare 56.5 rene sx asse polo polare 45.6 (ilbimbo all'epoca aveva 2 anni e mezzo). Minima ipotomia di entrambi le pelvi senza relativa dilatazione dei bacinetti. Alcune formazioni cistiche corticali la maggiore di 4 mm a dx e 10 a sx. Permane scarsa la differenziazione cortico midollare. Il rene sx è leggeremente dismorfico. Vescica a paretti nette e regolare senza veramenti liberi in addome.
A novembre faremo un'altra ecografia reni vescita. Ho chiesto per scintigrafia mag3 ma mi hanno detto che non ci sono i presupposti visto che i bacinetti non sono dilatati e la dilatazione pelvi è sui 3 4 mm. I nefrologi pediatrici dicono che siamo ai limiti della norma ma stabili come funzionalità renale. La situazione non va male. Alcuni hanno parlato di displasia multicistica, altri hanno detto che è presto per dirlo. Volevo un vs. parere. Ho cercato tanto degli approfondimenti sulla displasia cistica bilaterale ma ce ne sono talmente tanti tipi che ho solo una gra confuisione. Grazie mille dell'aiuto.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Cara Signora,
ci parla di un quadro complesso che è stato estensivamente e continuativamente studiato dai suoi curanti, tanto che diventa difficile darle qualche informazione utile a distanza.

La funzione renale è attualmente normale. Il reflusso andrà comunque monitorato, anche se all'esordio era di basso grado. Talvolta può persino risolversi.

La displasia cistica è un calderone che descrive una serie di patologie congenite diverse, più o meno connesse a difetti genetici, la cui natura è spesso difficilmente precisabile nel singolo caso. Ciò che è certo è che in un bimbo dell'età di suo figlio non dovrebbero esservi cisti renali. Tuttavia, in questi casi è utile soffermarsi sulle valutazioni cliniche che lei ha riportato e che sono regolarmente eseguite dai suoi curanti.

Un saluto.
[#2] dopo  
165992

dal 2011
Gentile dottore la ringrazio per la solerte risposta. Sospettavo la complessita' dell'argomento e so che ci vorra' ancora tempo per stabilire chiaramente le cose. Bisogna attendere che il bimbo cresca e vedere cosa succede... come i reni si comportano. Per ora va tutto benino e problemi particolari non ce ne sono. I miei nefrologi pediatrici mi hanno detto che ci sono situazioni molto piu' complesse e gravi a riferimento della displasia cistica bilaterale.
Mi hanno detto che fino all'adolescenza non dovrebbero esserci problemi rilevanti. Potrebbe arrivare ad insuff.renale lieve e li rimanere come passare a quella piu' grave. Il decorso è singolo della persona e del tutto personale.
Chiaro che in un bimbo di 3 anni non devrebbero esserci cisti cosi' come non ci dovrebbero essere in una persona di 15 anni o di 25.
La fortuna tra virgolette del mio bimbo è stato nascere prima e trovare tutto...altrimenti non oso immaginare se i dottori non si fossero accorti di nulla. Mi hanno detto che questa può essere una malattia silente.
Per il reflusso mi è stato detto che è indipendente dalla patologia e che essendo di basso grado si sarebbe risolto sicuramente. Speriamo sia vero. Ora mi ha fatto venire dei dubbi nella sua risposta.
La ringrazio ancora tanto e le auguro un buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Cara Signora,

immaginavo di non averle detto nulla di nuovo, anche perchè effettivamente nulla di più di quanto ci siamo detti si può dire.

Per quanto concerne il reflusso, esso è in un certo senso indipendente dalla presenza di cisti: sicuramente non dipende da quelle! Tuttavia, la patologia malformativa del rene e delle vie urinarie spesso associa reflusso ad altre anomalie. Non so che dubbi le possa aver fatto venire: io stesso le ho detto che è di basso grado e che può risolversi da solo senza bisogno di interventi! Ma se nessuno controlla, come si fa a stabilire se si risolve oppure no?
Sono lieto comunque che anche i suoi curanti abbiano una prospettiva ottimistica circa il problema.
Un saluto,
[#4] dopo  
165992

dal 2011
CARO DOTTORE,

MI ERANO VENUTI DUBBI CIRCA LA RISOLUZIONE SPONTANEA DEL RIFLUSSO PERCHE' MI AVEVA SCRITTO CHE "PUO'" RISOLVERSI DA SOLO. ALLORA HO PENSATO E SE NON SUCCEDESSE? A DIFFERENZA DI QUELLO CHE MI HANNO SEMPRE DETTO TUTTI? E DA LI DUBBI DUBBI DUBBI.
LE CHIEDO SCUSA MA DOPO TRE ANNI MI AGITO PER TUTTO ANCHE SE VEDO CHE LE COSE STANNO ANDANDO BENINO. QUESTO PER ME E' UN MONDO NUOVO TENENDO CONTO CHE IN GRAVIDANZA NON SI SONO ACCORTI DI NULLA E CHE QUANDO E' NATO, NELL'OSPEDALE DELLA MIA CITTA', NON AVENDO MAI VISTO UNA CASO COSI' MI AVEVANO DETTO CHE DOVEVA MORIRE...QUESTO IL PRIMARIO DI NEONATOLOGIA. INFATTI GLI HO FATTO FARE I CONTROLLI LI PER DUE ANNI E POI MI SONO SPOSTATA IN UN CENTRO SPECIALIZZATO DOVE SONO MOLTO BRAVI IN QUANTO, NELLA MIA CITTA', NON VENIVA SEGUITO CORRETTAMENTE ED AD OGNI CONTROLLO CAMBIAVA IL TIPO DI PATOLOGIA. PROPRIO NON SAPEVANO ... DA DIVENTARE MATTI. CONCORDO CON LEI CHE BISOGNEREBBE RI CONTROLLARE IL REFLUSSO ANCHE SE QUANDO HO FATTO LA CISTOGRAFIA MI HANNO DETTO CHE NON SERVIVA RIPETERLA.
ORA A NOVEMBRE FAREMO UNA NUOVA ECOGRAFIA ECO VESCICA PER VEDERE A CHE PUNTO SIAMO MA, COME LE HO GIA' SCRITTO, LA SCINTIGRAFIA MAG 3 PER VEDERE NEL DETTAGLIO TUTTO COMPRESO STO BENEDETTO REFLUSSO HANNO DETTO CHE PER ORA NON SERVE IN QUANTO NON CI SONO I PRESUPPOSTI VISTO CHE I BACINETTI NON SONO DILATATI E LE PELVI HANNO UNA DILATAZIONE MINIMA. A NOVEMBRE POI SI VEDRA'...
PECCATO CHE NON SIA UN NEFROLOGO PEDIATRICO...ANCHE PERCHE' NELLE SPIEGAZIONI E' MOLTO CHIARO. NON TUTTI I DOTTORI SONO COSI'...CERTI PARLANO PROPRIO ARABO. VA BEH PER FORTUNA CHE L'ARABO IN QUESTI ANNI L'HO IMPARATO PURE IO.
LA SALUTO CORDIALMENTE.