Utente 157XXX
Ho 3 e mi sono operato due mesi fa di ernia inguinale destra. Il primo meseè stato duro, ma il secondo è andato bene fino a pochi giorni fa. Ho ripreso una blanda attività fisica (un pò di nuoto), e le normali attività.Di tanto in tanto ho avvertito delle fitte nel corso del mese, ma assolutamente momentanee. La ferita non è più gonfia da tempo, insomma sembrava tutto bene. Pochi giorni fà ho fatto qualche sforzo in pù per un breve viaggio, con il trasporto delle valige e la sera ho avvertito qualche fastidio. Nei giorni successivi sono rimasti dei fastidi che ho attribuito alla forte umidità. Ieri mi è capitato di avere un rapporto sessuale ed in seguito qualche altro doloretto. Stamane mi son svegliato con dolore più forte,ho di nuovo avvertito la presenza della ferita (sensazione svanita ormai da un mese) e vero e proprio dolore al tatto in un punto alla base della cicatrice. Anche a tratti fastidio all'attaccatura della gamba, come se qualche nervetto fosse toccato.Tossendo non mi sembra che l'ernia sia riuscita, però il dolore al tatto ed in generale la dolorabilità della cicatrice mi preoccupano.
Consigli?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

sempre con i limiti di una valutazione a distanza, mi sembra che siamo di fronte ad un decorso postoperatorio piuttosto regolare.

il consenso informato che ha preceduto l'intervento certamente prevedeva un periodo di piccoli fastidi fino a circa sei mesi dall'intervento.

la protesi posizionata continua la sua azione di stimolare l'infiammazione e questa determina con complessi meccanismi, la guarigione definitiva.

il consiglio comunque è quello di interpellare il chirurgo operatore per una visita di controllo.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta anche se in ritardo...nei giorni in cui mi ha risposto sono stato dal chirurgo che mi ha operato, il quale mi ha visitato (l'ernia è a posto)e detto le stesse cose che scrive lei, visto il forte stato infiammatorio mi ha fatto fare un ciclo di 7 giorni con aulin due volte al giorno e detto che ci sarebbero voluti tempi lunghi. Ho seguito le indicazioni e il dolore al tatto è quasi sparito però il senso di gonfiore no, e negli ultimi 3-4 giorni mi dà molto fastidio la mattina, nel dormiveglia, da steso, come se l'ernia spingesse..è dolorante. il dolore passa una volta alzato dopo una mezz'ora, ma resta il senso di gonfiore. Ho risentito il chirurgo, che dice di aver pazienza e di aspettare settembre, salvo dolori insopportabili. E' contrario ad infiltrazioni (soluzione suggerita da un colleg chirurgo che pure mi ha guardato in ospedale l'ultima volta. Nei dieci giorni trascorsi ho avuto un bel da fare al mare con mio figlio che pesa undici chili a 10 mesi,mi chiedo se il continuo sollevamento non possa essere motivo di continua infiammazione ed ho notato che il fastidio aumenta un pò il giorno dopo aver avuto rapporti sessuali...Continuo a stare sereno? Insisto per un'infiltrazione? mi faccio un'ecografia? la ringrazio per l'attenzione...
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

mi fa piacere che abbia avuto conferme.

l'ecografia direi che non serve e tantomeno l'infiltrazione.

ci vuole un pò di pazienza.

vedrà che tutto passerà

mi tenga informato

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottor Catani,grazie per l'atenzione innanzitutto. Ho fatto la piccola cura di Aulin per una settimana. Pian piano il dolore è scemato, salvo comparire dolori in alcune occasioni, anche se al tatto una minima dolorabilità in tutta la zona è rimasta. Comunque ho potuto fare i miei spostamenti vacanzieri e giocare con mia figlia senza problemi.
Tornato a Roma il dolore è tornato...ho dovuto trasportare una valigia un bel pò pesante, ma non mi è sembrato desse problemi. La sera ho avuto un rapporto com mia moglie e son punto e da capo. Sembra che in alcune posizioni (non che faccia pratiche strane) la contrazione dell'orgasmo mi rei infiammazione (durante le due settimane ho avuto altri rapporti senza problemi). Fatto sta che da tre giorni ho di nuovo sensazione di gonfiore (ma non mi pare gonfio) e maggiore dolorabilità al tatto. Il giorno seguente al rapporto ho avuto fastidi anche nel sollevare delle buste con la spesa, un senso di pressione. Ho ripreso un paio di bustine di Aulin, ma ho anche lo stomaco sotto sopra e vorrei evitare. Mi devo preoccupare?
La dolorabilità varia con maggiore pizzicore a volte nell'estremità bassa, a volte in quella alta. Nella parte alta a volte mi da fastidio all'attaccatura degli addominali. Io soffro anche di colon spastico e in questi giorni mi è tornato il fastidio, non credo sia legato, se non ad un fattore nervoso. Immagino che al day hospital del policlinico in questi giorni non ci sia nessuno...aspetterò...

Saluti
[#5] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

il processo cicatriziale si completa al termine dei semi dall'intervento, durante questo periodo, ma a volte anche dopo questo tempo, il processo di cicatrizzazione e consolidamento della parete subirà una evoluzione.

dovrà aspettarsi sensazioni tipo prurito in corrispondenza della ferita, piccole fitte in corrispondenza della protesi.

al termine dei sei mesi a volte anche prima ma anche a volte dopo questi leggeri fastidi dovrebbero "evaporare".

mi tenga informato

cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio...anche se mi dà proprio fastidio e fa malino...proverò ad aspettare ancora...Mi tolga una curiosità se ha tempo? L'eventuale stato infiammatorio dei tessuti connettivi e tendini nell'area della ferita passa anche da solo o devo prendere qualche antinfiammatorio perchè ciò avvenga?
Vedrò come procede nei prossimi giorni altrimenti proverò a passare alla IV Clinica chirurgica dove mi hanno operato per farmi "toccare".

Saluti
[#7] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
si possono prendere degli antidolorifici, sempre a stomaco pieno e con moderazione.
[#8] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Grazie ancora.

[#9] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
rimango in attesa
[#10] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottor Catani,
dall'ultima volta che ci siamo sentiti è successo quanto segue. Ho fatto una terapia di 10 giorni con Arnica Heel comp (ero stanco di FAN), e devo dire che ha funzionato. Ora, indipendentemente dalla sua posizione sull'omeopatia, da fine agosto a venerdì scorso sono stato bene, il dolore era completamente sparito, giusto qualche fastidio in alcuni movimenti di stretching. Per circa dieci giorni, dalla settimana scorsa ho avuto una forte tosse (sono un fumatore) e mal di schiena. Non so se a causa di questa o se di qualche movimento sbagliato, ma da sabato, mi è tornato dolore, purtroppo preso da inconsapevole nervosismo ho iniziato a tastarmi e la sensazione in alcune posizioni è di avere di nuovo un livido. se non tocco la zona ho vaga sensazione di pesantezza e mi fa male dopo alcuni movimenti.
E' passeggero? rivado dal chirurgo?
[#11] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
dovrebbe essere compatibile con l'intervento che ha eseguito. la protesi che dovrebbe essere stata posizionata non i riassorbe.

un controllo dal chirurgo potrebbe essere utile.

mi tenga informato

cordiali saluti