Utente 375XXX
Gentili medici, da molti anni vengo colpita spesso da herpes sulle labbra in posizioni variabili. Solitamente cambiano sempre punto di insorgenza, mi è capitato ovviamente che ricompaiano nello stesso punto ma a distanza di mesi, visto che ormai non c'è più un angolo della bocca dove non sia mai sbucato un herpes.
Però mi sta succedendo una cosa abbastanza strana perchè a dicembre mi è venuto un herpes non proprio sul labbro ma appena sotto il labbro inferiore. (fin qui niente di troppo strano perchè mi erano già venuti altri herpes non proprio sulle labbro, ma sulla pelle intorno alle labbra) quello che è strano è che una volta "guarito" me ne è comparso subito un altro nel medesimo punto. Poi dopo circa un mese ancora un altro nello stesso punto e un quarto.
Io dico che sono herpes ma in realtà potrebbe forse trattarsi di qualcos'altro, la prima e la seconda volta aveva le tipiche vescicoline tipo herpes ma la terza volta e la quarta era solo gonfio e rosso e non mi pare che ci fossero le vescicoline però non ricordo troppo bene. Adesso ogni tanto il punto in questione diventa rosso e un po' in rilievo e sembra minacciare di spuntare nuovamente un herpes, io però ci metto il ghiaccio (come faccio di solito quando mi accorgo che mi sta venendo un herpes, a volte fruttuosamente, altre meno.) e l'herpes non viene. Mi sembra strano che sia colpito sempre lo stesso punto, e anche la macchia rossa che compare sembra che abbia la stessa forma ogni volta.
Cosa potrebbe essere?
Grazie anticipatamente!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente, dalla sua descrizione altro non sembrearebbe che Herpes ricorrente. Invece del ghiaccio perchè non prova a mettere una pomata antivirale continuando la terapia per almeno 3 giorni dopo la scomparsa dei sintomi?
Un saluto
[#2] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
concordo anche io su quanto gia' detto dal collega aggiungendoalcune considerazioni:
il virus ,presente sempre nei gangli nervosi,si riattiva in concomitanza di eventi stressanti ed e' correlato al livello delle difese immunitarie(questi eventi riducono temporaneamente queste difese)
il virus transita per via nervosa discendente raggiungendo la cute nei territori di competenza del suddetto ganglio;puo' certo ripercorrere la stessa strada piu' volte
la terapia deve essre precoce e si basa su antivirali sia topici che sistemici(per via generale!)
Cordialita'