Utente 390XXX
Vi chiedo cortesemente un parere sull'esame del liquido seminale da poco effettuato.
Premetto che sono circa otto mesi che mia moglie (32 anni) ed io tentiamo di avere un figlio senza avere successo, di qui la decisione di approfondire le motivazioni.
Mia moglie ha anche effettuato una ecografia transvaginale che non ha evidenziato anomalie.

Volume: 6.00 ml
Colore: avorio
Aspetto: opalescente
Viscosità: fortemente aumentata
Fluidificazione a 60 min: completa
PH: 8.4
Numero spermatozoi: 66 milioni/ml
Num. Tot. spermatozoi: 396 milioni/eiac
Motilità:
- totale 50%
- rapidamente progressiva 40%
- lentamente progressiva 10%
- non progressiva 0%
test all’eosina: 60%
morfologia:
- forme tipiche 60%
- anomalie della testa 10%
- anomalie tratto intermedio 30%
- anomalie del flagello 0%
esame microscopico:
- agglutinazioni: rare
- cellule rotonde: alcune
- leucociti: 0.0 milioni/ml
- emazia: assenti

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
il suo esame è perfettamente nella norma.
Il mio consiglio è quello di farlo esaminare al ginecologo che segue
Sua moglie perchè possa valutare l'opportunità di completare le indagini ginecologiche (valutazione dell'ovulazione, della pervietà
tubarica etc.). Consideri, comunque, che otto mesi di infertilità
sono un tempo non sufficiente per parlare di "coppia infertile".
Cordiali saluti

[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,il Suo esame seminale presenta delle caretteristiche organolettiche (pH basico,viscosità aumentata) che possono testimoniare una flogosi delle vie seminali.Ribadisco come un singolo esame,per quanto apparentemente abbastanza positivo,non ha una valenza statistica ed dà unicamente delle indicazioni presuntive sulla capacità fecondante del maschio.Colga l'occasione per rivolgersi ad un Andrologo per una visita ed un inquadramento diagnostico per ottimizzare il potenziale di fertilità della coppia,anche se il tempo trascorso é relativamente breve (chi ha tempo non aspetti tempo...).
Cordiali saluti
Dr. Pierluigi Izzo
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
un'altra osservazione che mi porta a condividere la posizione del collega Izzo è il dato legato alla morfologia dei suoi spermatozoi, troppo ottimistico secondo le ultime indicazioni date dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Ripeta l'esame e poi consulti un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana. Comunque ,se desidera avere più informazioni su questo tipo di tematiche può anche leggere il manuale , scritto dalla ginecologa Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollatti Boringhieri Editore, Torino.
Un altro consiglio ,utile per confrontarvi e conoscere altre coppie con le vostre analoghe problematiche, è quello di consultare il nuovo forum sull’infertilità al sito :www.madreprovetta.org.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#4] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2007
Grazie a tutti Voi per la velocità e la precisione nelle Vs. osservazioni.

Chiedo cortesemente ad Dott. Beretta di chiarirmi " il dato legato alla morfologia dei suoi spermatozoi, troppo ottimistico secondo le ultime indicazioni date dall'Organizzazione Mondiale della Sanità"...

Seguirò i Vs consigli e approfondirò la questione

grazie ancora!
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
la morfologia , secondo i criteri attuali e molto ristretti dati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, è normale quando gli spermatozoi normoconformati superano il 14%. Dato che giustificherebbe la possibilità di questi spermatozoi a fertilizzare senza problemi un ovocita. Difficilmente, seguendo questi criteri, in un eiaculato si supera il 30% di spermatozoi morfologicamente "normali".
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
credo che sia necessaria una valutazione della partner