Utente 152XXX
Buon giorno,
il 5 luglio ho fatto un ecocolor doppler venoso AI per i postumi di un incidente stradale avvenuto 4 gg prima.
Sintetizzo il referto: tutto regolare senza segni di trombosi a carico degli assi ilaco esterni,femoro popliteo,delle gemellari ,dei sistemi safenici,a livello ostiale e tronculare.

Si evidenzia a carico dell vena posteriore tibiale destra incomprimibilità compatibile con TVP DISTALE Posttraumatica. Si evidenzia edema sottocutaneo diffuso alla gamba.

In effetti la zona della tibia,che è quella del'impatto durante l'incidente stradale, è piuttosto gonfia e dura e mi sono tati prescritti :
CLEXANE 6.000 1 volt al gg. per 30gg e calza elastica a gambaletto.

Ho fatto 11 iniezioni ma la zona della tibia continua ad essere indurita al tatto.
Vorrei chiedervi due cose:
1) Quali sono i rischi di una embolia polmonare ? Ho letto che una TVP è uno dei fattori di rischio principali?
2) Dopo quanto tempo è lecito attendersi dei miglioramenti dalla cura?
Vi ringrazio anticipatamente della Vs cortese attenzion.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Le TVP distali hanno un rischio tromboembolico molto ridotto; il trattamento cui si sta sottoponendo è corretto (forse la somministrazione di EBPM , anche in relazione al suo peso, è sottodosata; ma ne parli con il suo Medico).
Le manifestazioni cliniche che presenta potrebbero essere in relazione con i postumi contusivi dei tessuti molli oltre che con la TVP ed è difficile prevederne, per di più a distanza, l'evoluzione, che va monitorata clinicamente e mediante ecocolordoppler.
Non è da escludere la necessità di modificare il trattamento anticoagulante passando ad una anticoagulazione a lungo termine mediante anticoagulanti orali.