Utente 123XXX
Salve, mi è stata diagnosticata una brutta forma di nevralgia del trigemino atipica, atipica perchè non vi è conflitto vascolare e il dolore è forte e costante e non è caratterizzato dalle classiche scosse;circa due anni fa mi sono sottoposto alla devitalizzazione di un ottavo superiore.La mia domanda è questa:puo il dentista che mi ha fatto la devitalizzazione aver in qualche modo lesionato tale nervo?premetto di non avere mai avuto problemi al trigemino prima di essere uscito dal suo studio eche con i vari esami si è esclusa qualsiasi lesione articolare.Grazie in anticipo per le Vs. preziose risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
non si può lesionare il trigemino con la devitalizzazione ma in teoria se una devitalizzazione dà problemi possono sorgere dei disturbi che possono estendersi al decorso delle fibre nervose corrispondenti
come vede potenzialmente potrebbe essere successo qualcosa anche perchè in medicina è estremamente difficile avere delle certezze sia in un senso che nell'altro ma se radiologicamente e clinicamente l'ottavo non manifesta problemi è da escludere la correlazione
cordiali saluti

[#2] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente ci può riferire gli esami strumentali a cui si è sottoposto?
[#3] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per voler esprimere il suo prezioso parere;di seguito gli esami da me effettuati:

RMN encefalo
RMN articolazione temporo mandibolare
RMN tratto cervicale
TAC 3D conica bimascellare

Nella prima l arteria cerebellare passa molto vicina al nervo ma non vi è presenza di conflitto;nella seconda nessuna anomalia significativa;nella terza una leggera perdita della lordosi e per finire nella tac 3D si evidenzia un allungamento del legamento stiloideo con conseguente calcificazione a tratti.Diciamo pure che escluse le patologie dentarie e articolarinon rimane che la pseudodiagnosi di nevralgia trigeminale del 1 e 2 ramo atipica.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non è stata fatta l'unica indagine utile, che doveva precedere tutte le altre descritte:
La visita gnatologica.
Si tratta di una indagine clinica, non strumentale.

Serve ad accertare la presenza di malocclusioni, che si riflettono sull'articolazione temporo-mandibolare.

Il fatto che non ci siano lesioni (RM) all'ATM non significa nulla: in genere queste lesioni compaiono dopo decenni di problemi.

La diagnosi di "nevralgia del trigemino ATIPICA" significa in sostanza nevralgia del trigemino di cui NON SI E' CAPITA LA CAUSA.

Ma è ovvio: un non-gnatologo difficilmente riesce a fare una diagnosi gnatologica.
[#5] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Buon giorno, tengo a precisare che la visita gnatologica è stata una delle prime visite che ho fatto, ho una leggera malocclusionedi seconda classee ho portato diversi bite per due anni, senza risultati da punto di vista dei dolori.RMN ATM e elettrognatografia sono state prescritte dal chirurgo maxillo facciale che mi ha estratto gli ottavi,dopo essersi consultato col ortodonzista che mi ha prescritto i bite.Cordialità
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Dunque, ora è un pò più chiaro.

Fra tutte le malocclusioni, quella di II classe è quella che da più problemi all'ATM.

Gnatologo non significa chirurgo maxillo-facciale e neppure ortodonzista.
Gnatologo è quello ceh valuta le problematiche dell'articolazione e della malocclusione, e indica o attua la terapia appropriata, che può essere chirurgica (Allora interviene il chirurgo maxillo-facciale), ortodontica (interviene l'ortodonzista), protesica (interviene il protesista), o compensatoria/diagnostica con bite.

Uno gnatologo può essere uno specialsita puro, oppure un dentista generico che ha studiato gnatologia ed è particolarmente competente nel campo, oppure un ortodonzista o chirurgo maxillo-facciale (ma non necessariamente hanno competenze specifiche in gnatologia). oppure a volte può essere un protesista, o un implantologo (come il sottoscritto).

Riguardo ai bite, ve ne sono di tantissimi tipo, ma sostanzialmente si riducono a due:
1) quelli che funzionano
2) quelli che non funzionano.
Quelli più utili sono quelli del 2° tipo, perchè devono spingere lo gnatologo ad interrogarsi sul perchè non hanno funzionato.
Ma nonostante questo alcune volte occorre arrendersi ed ammettere di non aver capito nulla (siamo pur sempre esseri umani), e accontentarsi di una diagnosi di "nevralgia atipica".

Non mi resta che ribadire il suggerimento che ho già dato: rivolgersi ad uno specialista gnatologo.
Forse lui riuscirà a vedere nella nebbia della "nevralgia atipica", far filtrare la luce e arrivare ad una VERA diagnosi.
[#7] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
qualora vi fosse stata effettivamente una lesione trigeminale, vi dovrebbe essere anche un'alterazione della sensibilità. Potrebbe essere opportuna una valutazione oggettiva della sensibilità trigeminale, che può essere data da un esame strumentale di neurofisiopatologia (potenziali evocati, blink reflex,...).
Cordiali saluti