Utente 390XXX
Salve a tutti sono un ragazzo di 22 anni che ormai è affetto da HCV da 12 anni, devo dire che non ho mai avuto problemi, transaminasi quasi sempre nella norma e dalla biopsia avevo un livello di fibrosi? non ricordo bene comunque di 1 mi fu spiegato che la scala andava da 0 a 22 tipo ora non ricordo e cmq io aveso solo 1 di fibrosi e era ottimo mi dissero, comunque ho fatto la cura composta da interferone e ribavirina e sembra abbia risposto pienamente "facciamo le corna vada tutto bene" e dopo 3 mesi avevo gia assenza di viralità ora è un anno e per mia fortuna sempre assenza viralità uiltimo esame transaminasi erano 17 e 16 i valori il mio prof. del policlinico umberto I mi disse che era tutto ottimale, vorrei porvi una domanda siccome il mio medico non mi risponde mai su questo quesito, posso guarire? nel senso se ho viralità a 0 non ho virus no? e altra domanda, ora che la mia viralità è a 0 sono ancora contagioso? mi fu detto che ora il mio livello di infettività è irrisorio, non so qualche consiglio dato che il mio medico per non illudermi cerca di non darmi troppe speranze, a comunque il genotipo è... oddio non ricordo il numero comunque il + difficile e cattivo 01 possibile?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Renato Santoro
24% attività
0% attualità
0% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Gentile utente dal suo racconto si evince una condizione di responder alla terapia con PegIFN + Riba. Una situazione tipo la sua (anche in considerazione del basso grado di attività e fibrosi alla b.e.) dovrebbe precludere ad una "guarigione" ma in realtà ancora oggi noi non sappiamo per quanto tempo duri l' effetto della terapia nei responder e, probabilmente, ci sono delle variabili che sono individuali, nel senso che ogni paziente ha la sua storia. Le auguro di rimanere RNA negativo per tutta la vita. Quanto alla seconda parte della sua domanda sia tranquillo: le possibilità di un passaggio del virus sono bassissime. Cordiali saluti. Dr Renato Santoro
[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la risposta Dottore diciamo che questa malattia a me ha creato + problemi psicologici che fisici, la costante paura di poter far male a un altra persona contagiandola, non le dico quando portavo l'apparecchio ai denti ed avevo sempre graffi nella bocca, c'è da dire che con la mia ragazza sto sempre attento e per nulla al mando ha avuto contatti con il mio sangue, "naturale se è successo e non me ne sono accorto non posso saperlo" cmq sia sono sempre attento per la paura di contagiare chi mi è caro, a ottobre dovrò rifare il test rna spero vada tutto bene certo che sapere di non poterla + attaccare a nessuno sarebbe il + bel regalo del mondo dato che per il resto non mi ha mai dato problemi di salute