Utente 971XXX
Buongiorno,

37 anni, maschio, 78 kg per 1,77 m
circa 5 anni fa comincio a avvertire "strane sensazioni" al cuore, dolori al torace e all'ascella sn, vertigini e senso d'angoscia. Dopo vari accertamenti (due ECG sotto sforzo - ultimo 6 mesi fa - vari ECG, esami del sangue e una visita cardiologica senza altri esami) non risultò nulla di anormale se non un occasional valor basso per il potassio.
Seguendo altre strade per capire meglio la mia condizione sono arrivato alla diagnosi di sindrome da attacchi di panico per la quale sono in cura da 1 anno mezzo presso un centro specializzato della mia città (psicoterapia, psichiatra, Alprazolam, Remeron a dosi definite "minime"). Conduco una vita normale (lavoro impegnativo ma gratificante, palestra, motociclismo etc) con impegno e qualche rinuncia.

Non riesco tuttavia a convincermi che il mio cuore sia sano al 100%, soffro spesso di tachicardia (spesso 90- 100 bpm a riposo) e i soliti dolori uniti a nodo in gola e spossatezza, forte sensazione di battito addominale.
Ultimamente ho notato un notevole allungo dei tempi di recupero dopo sforzi fisici (spesso con cardiofequenzimetro per non superare i 150-160 bpm)
Preciso che, a parte la sindrome DAP, in passato ho solo sofferto di una forte mononucleosi a 12 anni e una bella polmonite a 20. Nient'altro di rilevante, niente precedenti in famiglia.

Mi consigliate altri esami per il cuore? Può la condizione psicologica realmente indebolire il cuore a lungo andare?

grazie mille in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
1) Per Sua maggiore tranquillità, pur non essendoci una indicazione assoluta potrebbe, sentito il parere del Suo medico di famiglia, eseguire un ECG Holter delle 24 ore in modo da poter documentare l'effettivo andamento della Sua frequenza cardiaca durante tutte le Sue attività, oltre a svelare la presenza di eventuali aritmie asintomatiche.
2) Nessuna condizione psicologica può "indebolire" il cuore, che è strutturato per sopportare per una intera vita stress molto, molto più intensi...
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 971XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora Dr. Fedi,

Ultima richiesta: per il battito addominale? Non è solo una fastidiosa sensazione, è chiaramente visibile, sopratutto appoggiando oggetti leggeri sull'addome.
Preciso che non sono di costituzione magra, anzi ultimamente l'antidepressivo mi ha gonfiato di 3-4 kg sopratutto sulla pancia

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il medico di famiglia semplicemente visitandoLa potrà evidenziare se la pulsazione addominale presenta caratteristiche patologiche (ed in questo caso Le prescriverà i necessari approfondimenti) oppure se si tratta di una esaltata percezione della normale pulsazione dell'aorta addominale.
Cordiali saluti