Utente 120XXX
Buongiorno,
è capitato circa 3 settimane fa che durante la notte fossi stato punto da un insetto ignoto, e che la mattina dopo mi sono trovato con un grosso rigonfiamento, simile a una papula, con tutte le caratteristiche della infiammazione (rossore, gonfiore, dolorabilità), sul margine superolaterale dell'occhio sinistro, in corrispondenza della ghiandola lacrimale.
Il medico mi ha diagnosticato una puntura di insetto, affermando tra l'altro che fosse possibile vedere il piccolo foro della puntura vera e propria.
Ho iniziato la terapia, gentamicina e betametasone 2 volte al dì, ma il problema è che a distanza di 3 settimane la lesione non si è ancora risolta, nonostante sia nettamente migliorata: è molto meno rossa, molto più piccola e non dolorabile alla palpazione, diversamente dall'esordio della sintomatologia.
A questo proposito, ora che posso facilmente toccare e premere sul rigonfiamento, mi sembra di sentire una sorta di piccola pallina proprio sotto l'area infiammata, come se fosse una piccola cavità ascessuale che non si decide a scomparire.
Riservandomi evenutalmente di tornare dal medico,
posso continuare a pensare a una semplice puntua di insetto, data la lunga durata e l'evoluzione della lesione???
Ringrazio davvero molto dell'aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno,
direi che - a occhio e croce - è possibile, ma Lei capisce le nostre difficoltà (nonostante i particolari con cui descrive il quadro) a farci un'idea precisa.
Saluti,