Utente 166XXX
Salve. Nel 2002 mio marito è stato operato per tumore di Klatskin. Nel 2005 è stato sottoposto a chemioterapia a seguito di una diagnosi di carcinosi peritoneale e nel 2008 operato per la presenza di fistola artero-venosa addominale.
Dal maggio di quest'anno, dalle analisi del sangue di routine, si è verificato un repentino aumento di transaminasi, bilirubina, fosfatasi alcalina e del marcatore CA 19-9 (225 Ul/ml). Per tale motivo mio marito è stato sottoposto ad un'ecografia, una TAC ed una colangioRM. Le conclusioni sono state che: non si evidenziano recidive di CCC, che le vie biliari intraepatiche non presentano dilatazioni, che il tronco portale principale ed il ramo portale di sx sono ectasici e presentano trombosi completa e che vi è un evidente ispessimento del rivestimento peritoneale con associato ispessimento delle pareti intestinali.
Ancora non ci è stata fornita alcuna indicazione sulle possibili cause di tale innalzamento dei valori succitati. Se poteste aiutarci in merito dandoci un Vostro autorevole parere ve ne saremmo grati.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si tratta di marcatori aspecifici che aumentano anche per cause non tumorali. In questo caso approfondirei sul fegato. Ma il suo oncologo sa certamente cosa fare.