Utente 139XXX
Salve gentili dott. sono un ragazzo di 23 anni e da diversi anni ho un problema di erezione e libido scarsa e quando ho un erezine vedo che non è forte e prepotente come ci si apetterebbe ma è una erezione di serie B l'asta del pene rimane particolarmente morbida e il glande non è lucido come vedo spesso nei filmati pornografici.. per averlo turgido e lucido devo premere alla base del pube così facendo il pene appare "rinvigorito" pero' in comprenso ho una abbondante eiaculazione: sui 6-7-8 getti dipende.. mi dicono di non preoccuparmi dato che siffredi e compagnia bella usano botte di viagra allucinanti e che si stanno solo rovinando la salute.. è così? io non ci credo.. dato che vedo lo stesso pure nei filmati amatoriali e ritengo sia quella la vera erezione. comunque sia ora vi spiego meglio la mia situazione sto in solitudine causata dal mio aspetto esteriore che per colpa di vari casini non mi permette di avere un certo appeal per stare bene. Tutte le volte che arriva l'estate per me è un dramma e mi tocca chiudermi in casa, ormai sono 9 anni che non vado al mare MI SONO ROVINATO TOTALMENTE L'ADOLESCENZA, QUELLA CHE DOVEVA ESSERE PIENA DI ESPERIENZE IO NON LHO MAI VISSUTA, SONO SEMPRE STATO UN DISGRAZIATO ora mi sento malissimo questa estate è l'ennesima che mi ritrovo in casa.. inoltre ho sempre sonno, mi addormento di pomeriggio e di notte dormo male tutto questo da anni ormai.. la lucidità mentale è parzialmente compromessa, faccio fatica a lavorare e a concentrarmi, spesso ho un senso di fallimento ASSOLUTO, non ho amici, non avere nemmeno la ragazza è di una frustrazione totale e questo amplifica il senso di disadattamento che sento radicato dentro di me.
ho passato in casa i 17-18-19-20 ho perso gli anni migliori e non so cosa fare.. sto pensando di andare da uno psicoterapeuta in quanto la psichiatra mi ha prescritto solo degli antipsicotici che a dire del primario che ho incontrato non mi servono a niente. faccio bene o i problemi che ho all'erezione sono organici? ho fumato dai 14 ai 20 conta? di testosterone ho: 4.46 ng/mL (2.80 - 8.00).

Spesso sento il bisogno di consumare pornografia ma solo la piu trasgressiva possibile con grandi ricerche nei vari siti ormai diffusissimi, masturbandomi quotidianamente anche piu volte. Mi ritengo eterosessuale ma ho diverse inclinazioni bisessuali potrebbe essere che il non aver mai concretizzato una sessualita' mi dia di questi disturbi? Ho pure un po di pancia mi hanno detto che potrebbe essere causa o comunque peggiorare l'erezione, mi sembra una cavolata totale. Quindi COSA POSSO PRENDERE PER MIGLIORARE IL MIO PENE? TESTIMGEL?? GEL AGLI ORMONI FAREBBE BENE? o è totalmente inutile? integratori??? Alcuni hanno tratto giovamento nelle erezioni facendo esercizi per l'allungamento che oltre ad aver aumentato le dimensioni hanno migliorato pure l'erezione.. o hanno usato l'andropenis.
FA BENE L'USO DI QUESTI DISPOSITIVI? Un ciclo di tot ore giornaliere mi farebbe bene?

grazie a tutti, saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,purtroppo la solitudine,legata agli annosi problemi dismorfofobici (mancata accettazione delle dimensioni del proprio pene,ha creato un disequilibrio che,difficilmente,puo' essere risolto per via telematica.Eviti qualsiesi ricorso a terapie farmacologiche ed a metodi empirici volti ad aumentare le dimensioni del Suo pene e,preocupandosi di dimagrire,consulti un esperto andrologo coadiuvato da uno/a psicosesuologo/a.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la sua storia potrebbe avere diverse "chiavi di lettura",,avendo una problematica erettile su base vascolare che le impedisce l'ottenimento di una valida rigidità e di un accettabile mantenimento tale da consentirgli un rapporto sessuale e rendendosi conto di questo lei si trova più a suo agio praticando la masturbazione davanti allo schermo web, senza confronti da parte della partner, immaginando storie eccitanti, inverosimili, straordinarie ma senza una partner che possa giudicare o condividere le sue situazioni.
Si preferisce il web che la frequentazione del gruppo, degli amici, delle ragazze e si sviluppa un senso di solitudine, isolamento che accentua la necessità di ricorrere al sex-web. E' il classico cane che si morde la coda!
Una valutazione andrologica che possa definire l'entità ed i caratteri del suo problema associata o accompagnata da una assistenza psicosessuologica sembrerebbe più che opportuna per evitare che i suoi disturbi sfocino in quadri più gravi
cari saluti