Utente 166XXX
Salve sono un uomo di 44 anni circa, sposato da circa 22 anni con un figlio Ho sofferto in passato e tuttora soffro di depressione per cui assumo una antidepressivo che si è dimostrato molto efficace che è l’EFEXOR. E in merito ho notato che proprio durante la fase di assunzione del predetto medicinale sento forti dolori al testicolo destro che, tra l’altro, mi sembra NON sceso nello scroto. Tra l’altro, ho notato che i dolori iniziano e si protraggono in concomitanza del fatto che l’EFEXOR mi determina stipsi e difficoltà nell’ evacuare e che lo sforzo per l’evacuazione aumenta il dolore ).Già qualche anno fa feci una visita andrologica e una ecografia e l’andrologo mi disse che era tutto normale. Ma da circa tre mesi, in concomitanza della ripresa della cura con l’EFEXOR sono iniziati nuovamente i dolori ( il dolore è forte anche al solo sfiorare la parte, anche se ho normali rapporti sessuali e non provo alcun dolore durante l’eiaculazione ). Faccio presente che circa 35 anni fa sono strato operato di appendicite – peritonite, per cui mia moglie sostiene che potrebbero esserci delle aderenze. In ogni caso che accertamenti devo fare ? ( TAC , risonanza basso ventre ecc. ). Faccio presente che il medico di famiglia non mi ha saputo dare alcuna indicazione in merito, ne segnalare alcuno specialista del caso.
Ringrazio vivamente se potreste trattare il caso che penso sia di interesse comune ad altre persone.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,darei iportanza al sovrappeso che favorisce la risaita del testicolo nel canale inguinale da dove proviene,fenomeno che e' prassi in alcune condizioni quali l'erezione,la posizione assisa,lo stress,il freddo etc.
Va da se' che una visita andrologica sia ineludibile.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
come potrà facilmente immaginare non è possibile nemmeno ipotizzare di cosa possa trattarsi. Il consiglio è quello di consulatre un andrologo che potrà certamente capire la causa del dolore e risolverla.
Cordiali saluti