Utente 392XXX
sabato 23 u.s. sono stato vittima di una violenta orticaria che mi ha costretto a ricorrere a cure da prima presso la locale guardia medica, che mi ha somministrato un antistaminico e, successivamente, su consiglio del primo sanitario, dei medici del pronto soccorso che mi hanno somministrato e prescritto dei cortisonici.
Il giovedi successivo, il dermatologo dell'ospedale presso il quale mi ero presentato per una visita specialistica, ha sostituito il cortisone da assumere per via orale con una crema cortisonica.
Nella serata dello stesso giorno sono stato vittima di un aggravamento dell'orticaria con edema del volto e della lingua di entità tale da rendere necessario il mio ricovero in ospedale dove sono stato riscontrato affetto da "orticaria acuta diffusa con edema del volto e della lingua" e sottoposto a terpia corticoterpia ev., antistaminici e gastroprotettori.
Lunedì 2 c.m., dopo circa 24 ore dalla graduale sospensione della corticoterapia, l'orticaria si è ripresentata. Sono stato comunque dimesso lo stesso giorno con la prescrizione di antistaminici e Malox.
A tutt'oggi non ho risolto il mio problema nè ho compreso a quale cuasa possa essere attribuita l'insorgenza della malattia.
Preciso che nel perido antecedente ai fatti sopra narrati non ho variato la mia dieta, non ho fatto viaggi, preso farmaci o, in alcun modo, variato le mie abitudini di vita. Non ho mai avuto in precedenza problemi di allegie.
Mi è stato suggerito che la causa dell'orticaria potrebbe essere il contatto con alcune processionarie. E' possibile?
Ci sono centri specializzati nella cura dell'orticaria e dove sono?
A chi mi posso rivolgere per avere ulteriori informazioni?
Ringrazio della cortese attenzione prestatami e, certo di una altrettanto cortese e rapida risposta, porgo distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Ettore Vallarino
28% attività
0% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Suggerirei una visita presso uno specialista in Medicina Interna e accertamenti approfonditi. Le cause possono essere molteplici. Cordiali saluti.
Ettore Vallarino