Utente 939XXX
Gentili dottori ho un problema che oramai mi affligge da due mesi ed ho consultato diversti specialisti,il mio pene ha una modesta fimosi ma il prepuzio é abbastanza elastico e con la ginnastica sono riuscito anche a scoprirlo a pene eretto, da circa una settimana appena sotto il glande sento delle placche dure che dopo averlo scoperto posso anche vedere.
La loro forma segue l'andamento della corona del glande,non ho dolore durante l'erezione ed il pene eretto é dritto,ho soltanto un forte bruciore ed un leggerissimo indolenzimento a pene flaccido.
I precedenti consulti andrologici fatti a pene flaccido hanno sempre trovato i miei genitali nella norma..
Non vorrei aver rotto qualcosa durante questi esercizi!
Non posso neanche masturbarmi perché ho paura di fare ulteriori danni!
Oltretutto la corona del glande si presenta arrossata e flaccida inoltre il bruciore non é sempre localizzato in un punto e non solo al pene (molte volte anche perineo) Ma quello che mi preoccupa di più é questo anello duro a livello del solco (dove si raccoglie la pelle durante la scopertura)che ha lo spessore di alcuni mm.
Vi prego aiutatemi, cosa devo fare!
Lavoro all'estero e tra un mese devo rientrare se non voglio perdere il lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

purtroppo da questa postazione , dalla sue informazioni poco chiare, ci è difficile capire bene cosa è successo ed in questi casi la cosa migliore da fare è sempre una attenta valutazione clinica diretta per comprendere il suo eventuale "problema" e poi impostare le necessarie strategie terapeutiche.

A questo punto potrebbe essere utile una attenta valutazione clinica da parte di un andrologo .

Comunque ulteriori informazioni può trovarle nell'approfondimento del collega Maio:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42220 ;

e, se desidera infine altre notizie più dettagliate su queste problematiche di natura andrologica, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 939XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto dottor Beretta, mi rivolgerò immediatamente all'andrologo che mi ha visitato nello scorso mese..
Leggendo in internet ho visto diverse malattie come la induratio penis plastica ed anche il tumore del pene,che mi preoccupano parecchio,mi scusi per lo sfogo.
E grazie comunque per la sua tempestività.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

dalla sua descrizione non vedrei elementi per sospettare una induratio penis o un tumore del pene.
accurata igiene, ridotta attività masturbatoria, visita specialistica anche senza urgenza
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non drammatizzi troppo e non "consumi"internet poi, fatta la valutazione andrologica, ci riconsulti , se lo desidera.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
"da circa una settimana appena sotto il glande sento delle placche dure che dopo averlo scoperto posso anche vedere"

gentile utente,

fra le ipotesi che necessitano di approfondimento e' da accreditarsi una patologia denominata lichen sclerosus:

le consiglio in complementarieta' a quanto già asserito dai miei Colleghi la visita dermo-venereologica, con lomspecilaista di riferimento per queste patologie muco-cutanee.

Le inoltro un link per approfondire un poco questo tema:

www.lichen-sclerosus.info

Cari saluti
Dott. Laino, Roma
[#6] dopo  
Utente 939XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio molto i Dottori Beretta e Pozza,lunedì consulterò immediatamente il mio andrologo e vi terrò aggiornati.

Per il dottor Laino:
La ringrazio dottore,questa patologia della quale mi parla in che modo trasformerebbe la mia vita sessuale?Nel link che lei mi ha sottoposto vedo che si parla di sequele altamente invalidanti!
A cosa vado incontro?
Io lavoro all'estero (nuova zelanda)ed in italia torno solo una volta all'anno,come potrei curarmi,dovrei essere sempre seguito da un medico?
Comunque martedì ho l'appuntamento con un dermatologo venerologo della mia zona,sarà sufficiente la visita a fugare i dubbi su questa terribile malattia?
Sono in uno stato d'ansia indescrivibile perché non so come affrontare questo problema.

[#7] dopo  
Utente 939XXX

Iscritto dal 2008
@Gentilissimo Dottor Laino.

Ho effettuato la visita dal mio dermatologo venerologo che ha escluso questa patologia,mi ha visitato 2 volte in 2 mesi,tuttavia continuo a sentire questo anello sottile sotto il glande,sia bruciore,che qualche dolore blando dopo masturbazione,devo pensare che il mio medico(che é un primario dermovenerologo)abbia sbagliato?
La mia domanda potrebbe trattarsi di qualcos'altro, è veramente fastidioso...lui mi ha prescritto sursum 400 ui dicendo che il mio pene si trova in ottimo stato...ma perché continuo ad avere questi problemi?

Molto presto rivedrò anche il mio andrologo,sperando che qualcuno possa fare qualcosa per me.