Utente 162XXX
Buongiorno dottore,ecco il mio dilemma.Nel 2003 ho avuto una neurite ottica retrobulbare,dopo 5 giorni di cortisone sono stato dimesso,ero diventato cieco dall'occhio destro.
In un anno circa ho migliorato fino ad arrivare ad una acuità visiva di 6/10.
Ero in cura al san raffaele,e nella mia ultima visita del 2005 ecco l'esito,acuità visiva 6/10 od 10/10 os,tavola di ishihara 2/12 od 12/12 os ,scotoma centrale od nella norma os.
Siccome i dottori mi hanno detto che non avrei più recuperato oltre ho smesso di farmi controllare.
Ad Aprile di quest'anno sono stato ricoverato di nuovo per episodio di mielite al midollo,e quindi hanno scoperto che ho la neuromielite ottica.
Fatto boli di cortisone e tre sedute di plasmaferesi.
A luglio di quest'anno sono ritornato a farmi visitare al san raffaele ed ecco l'enorme sorpresa per me e anche per i dottori.
Acuità visiva 10/10 od 10/10 os,tavola di ishihara 11/12 od 12/12 os,minimo scotoma od nella norma os.
I dottori non sanno come spiegare questo grande miglioramento dopo 7 anni,è forse dovuto alla plasmaferesi che ho fatto?
[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, sinceramente non so che dirle, effettivamente è molto strano, è possibile che il miglioramento non sia stato così repentino, ma che si sia verificato dopo l'episodio di neurite e lei non facendo controlli non se ne sia accorto, ma questa è solo una ipotesi.
Comunque è consigliabile ripetere dei controlli oculistici frequenti per confermare nel tempo questa "miracolosa" guarigione, faccia anche dei PEV (Potenziali Evocati Visivi).
Cordialmente