Utente 393XXX
Salve,
premetto che abbiamo già un bambino di 5 anni, e che io e mia moglie da circa due anni proviamo ad averne un'altro.
Dopo un 'anno di tentativi falliti, ci siamo rivolti ad un centro ospedaliero di infertilità di coppia.
Ci suggeriscono tutta una serie di analisi di controllo. Per poi tentare l'inseminazione INTRAUTERINA.
Si scopre che mia moglie ha la candida che viene curata ad entrambi.

-Da ecocolordoppler mi viene diagnosticato un varicocele di III grado al testicolo Sinistro. Nulla a carico del destro.
-Il 05/03/2007 effettuo uno SPERMIOGRAMMA.
-Mi viene prescritta una cura 15gg di DANZEN (2 pillole prima dei due pranzi) ed una bustina di CIS440 la mattina.
-Ripeto lo SPERMIOGRAMMA il 27/04/2007.
-Altra cura 30gg. di DANZEN (2 pillole prima dei due pranzi) ed una bustina di CIS440 la mattina.Nel mio caso dallo SPERMIOGRAMMA,
-Ripeto lo SPERMIOGRAMMA il 27/04/2007.
-Altra cura fino a fine estate di DANZEN (2 pillole prima dei due pranzi) ed una compressa di FERTIPLUS al dì.
Gli esiti degli spermiogrammi sono riportati in sequeza, per ogni elemento i tre valori per data:
05/03/2007 01/06/2007 01/06/07
Volume (ml) 3 3,5 4
PH 8,1 7,8 8,2
Desita nemaspermica 45mil/ml 13mil/ml 9mil/l
Nemaspermi totali 135milioni 45,5milioni 36milioni
Motilità (dopo 1ora) %
“ totale (a+b+c) 20 24 40
“ progressiva (a+b) relativa 15 0 4
Acinesia 80 76 60
Forme normali % 14 15 15
Atipie: TESTA % 80 83 79
“ flagello % 3 0 0
“ tratto intermedio % 2 2 5
“ Droplets % 1 0 1
Densità cellule rotonde 1,80 mil/ml 0,13 mil/ml 0,09mil/l
Leucociti 1,35mil/ml 0 mil/ml 0
Vitalità Nemaspermica VIVI% 35 20 64
“ MORTI 65 80 36

Dal test di Capacitazione (1/06/2007) vol 1ml trattato:
-Spermatozoi recuperati è 0,15milioni
-Spermatozoi mobili recuperati è 0,075milioni
-Spermatozoi mobili progressivi recuperati è 0,0045milioni

Capirete che il numero di spermatozoi in forte calo, adesso mi dicono che non si puo' più fare l'intrauterina ma bisogna tentare l'inseminazione in vitro ICSI.
Sono fortemente amareggiato e deluso da tutto e non so se proseguire in questa direzione o cambiare centro.
Mia moglie da tutta la storia ne sta uscendo male al limite della depressione. Vi prego di darmi un consiglio.

Grazie e scusate la confusione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,
le terapie che ci riporta non giustificano il peggioramento del suo liquido seminale . L'unico farmaco a me sconosciuto è il CIS440 che, se non ricordo male, è ,per me, la sigla di un particolare datebase sistem. Il Fertiplus è una combinazione di fattori antiossidanti mentre il Danzen è un enzima ad attivita' antinfiammatoria ed antiedemigena e viene molto usato nei traumi o ferite, anche chirurgiche, e facilita generalmente il riassorbimento degli ematomi e degli edemi. Alla luce di queste osservazioni è difficile interpretare la sua situazione clinica . La cosa migliore da fare è ricontattare il suo andrologo e con lui ridiscutere il suo problema.
Un altro consiglio infine che posso darle, se desidera confrontarsi e conoscere altre situazioni o coppie con un problema analogo al suo, è quello di consultare il forum sull'infertilità al sito www.madreprovetta.org.
Auguri ed un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#2] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Indubbiamente i dati cinetici e morfologici del suo seminale possono essere causati dal varicocele il cui trattamento chirurgico alla sua età è controverso.
Concordo con il collega Beretta che i farmaci utilizzati( CIS 400 sono integratori) difficilmente possono aver causato il peggioramento, piuttosto la terapia antimicotica e lo stress che si può instaurare in una coppia inserita in un programma di procreazione medicalmente assistita non vanno sottovalutati.
Ricontatti, come suggeritole, l'andrologo che la segue.
[#3] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2007
Cari dottori, grazie di cuore per le vostre risposte.
Volevo però aggiungere che dopo il peggioramento dello spermiogramma, ho già contattato l'andrologo che mi sta seguendo.
Lui dice che dopo il trattamento con l'antimicotico e gli antiossidanti ed integratori, la qualità è migliorata!
Anche se il numero è peggiorato!
Io ho chiesto allora come mai fosse diminuito, e lui mi ha detto che delle fluttuazioni dopo trattamento possono verificarsi, soprattutto in presenza di concomitanti forti stress psicofisici., ai quali effettivamente sono stato sottoposto nel periodo di aprile maggio. In cui ho sofferto di un aggravamento di reflusso gastro esofageo e di frequneti Herpes-labiali. Adesso pero' va molto meglio.
Il prof. ha riprogrammato un'altro spermiogramma per il 13 luglio prossimo, per avere un'altro punto sperimentale e vedere se il trend negativo dello spermiogramma prosegue o è stabile.
Ma ormai sembra intenzionato ad effettuare la ICSI di cui io e mia moglie non siamo entusiasti, perchè non vi è alcuna selezione naturale ma uno spermatozoo "qualsiasi" viene preso ed infilato nell'ovulo. E se non fosse buono ? Il bambino potrebbe essere difettoso... Tutto questo non fa che renderci (entrambi ) ansiosi.

Grazie per la vostra pazienza.

[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
trovo del tutto condivisibile il parere espresso nella Sua risposta dal Colelga LONGHI. Ma trovo altrettanto condivisibile l'atteggiamento diagnostico e teraputico impostato dal Colelga Specialista che La sta seguendo. Quindi il mio consiglio rrimane sempre lo stesso: ad un certo punto di una storia clinica, occorre passare dal "virtuale" al "reale". Spenga il collegamento alla rete per un pò di tempo, smetta di cercare soluzioni o conforti facendo "zapping" da un link all'altro, e si affidi ad un Collega competente, visto che ha avuto la fortuna di incontrarlo.
Affettuosi auguri per tutto ed un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
ci tenga comunque informati delle sue successive decisioni e, se desidera comunque avere più informazioni su questi temi, può essere utile leggere, mentre consulta il suo andrologo, anche il manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo , "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma , oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl, Torino.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
segua i consigli del collega che vi segue tranquillamente
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
ci tenga comunque informati delle sue successive decisioni e, se desidera comunque avere più informazioni su questi temi, può essere utile leggere, mentre consulta il suo andrologo, anche il manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo , "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma , oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl, Torino.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
se ha letto qualche mia precedente risposta qui nel Forum, sa già come la penso. Al di là di ogni martellante invito, il mio consiglio rimane sempre lo stesso: ad un certo punto di una storia clinica, occorre passare dal "virtuale" al "reale" occorre affidarsi ad un Collega competente, e Lei ha avuto la fortuna di incontrarlo.
Affettuosi auguri per tutto ed un cordialissimo saluto
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
e si ricorda che la fortuna di trovare un bravo collega andrologo non è disgiunta da una buona informazione .
Sempre un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a mio parere una buona informazione Medica proviene sempre da un buon Medico. Lei ha un buon Medico che La segue. Chieda!
Ancora cari saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
il capire che si ha a che fare con un buon medico, capace di informare , dipende sempre anche dalle informazioni generali che si hanno e che si sono ricevute anche da altri strumenti come libri, forum , ecc., oltre naturalmente alla fortuna di trovare il professionista preparato e con chiare competenze sul problema che si vuole risolvere. Altrimenti a cosa servirebbe anche il nostro forum ed il nostro intervento via e-mail.
Sempre un cordiale saluto.


Giovanni Beretta.
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
trovo ripetitivo (ed anche un pò noioso) ribadire quello che è il mio pensiero. Nel giudicare le capacità di un Professionista, e Medico per giunta, non ci si può basare su informazioni raccolte su libri, Forum, giornali e riviste sia pure specializzate. La fortuna di trovare un Collega preparato, professionale, corretto e umanamente disponibile (cosa per me essenziale!) và aiutata, quando possibile, attraverso i comuni canali di informazione che sono rappresentati, in primo luogo sempre e comunque dal proprio Medico di famiglia e poi da tutti coloro (parenti, amici, conoscenti, colleghi di lavoro) che hanno vissuto, sulla propria persona, la conoscenza diretta con il Medico in questione. Altrimenti, e questo dovrebbe essere chiaro, vi sono ottime Strutture Pubbliche Universitarie od Ospedaliere, piene di Colleghi preparati, professionali, corretti ed umanamente disponibili, che nei loro ambulatori possono sopperire a qualsiasi richiesta. Parlo per esperienza personale, visto che ci lavoro in questo ambiente Pubblico.
Sia chiaro e lo ribadisco che questo è il mio modo di vedere la cosa. Tutti possiamo avere un parere diverso.
Il nostro Forum ed il servizio che assicuriamo ha, secondo me, il solo scopo di dare agli Utenti un consiglio medico o chirurgico, personale e basato sulla esperienza di ognuno. Ci sarà chi consiglia di leggersi libri, riviste, vedere video, frequentare altri pazienti, cercare link in rete o iscriversi a siti...e c'è chi non lo ritiene opportuno, utile e conveniente per il paziente e si dedica a rispondere in prima persona al quesito proposto. Tutto qui.
Ancora una volta a Lei affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
certo ,nessuno ha mai criticato la posizione o le indicazioni del collega Martino. E' il collega Martino generalmente che scatena critiche su chi consiglia oltre ai "normali", generici e più "facili" canali di informazione anche testi, libri e quant'altro serve normalmente ad aumentare le informazioni di chi ha un problema e vuole saperne di più. Questo sinceramente non è comprensibile.
Sempre un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#14] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile utente ritorno sulle parole del collega Martino: ad un certo punto di una storia clinica, occorre passare dal "virtuale" al "reale". Sicuramente chi consiglia una ICSI non deve solo essere in grado di indicarla, ma deve rispondere a tutti i vostri quesiti, razionalizzare le vostre giustifcate ansie prospettando i rischi e benefici della terapia che andate ad affrontare. Cordiali aluti
[#15] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
io mi continuo a rivolgere a Lei.
Questo Forum serve a quelli come Lei che lo consultano per avere risposte. Commenti interpersonali fra i Professionisti che vi operano sono fuori luogo e non interessano a nessuno.
Se Lei ha letto alcune mie risposte precedenti, sa già come la penso. E questo è quello che mi interessa.
Qui stiamo parlano di Medicina e Chirurgia e non di bricolage o uncinetto o tombolo...o di cambiare la guarnizione ad un rubinetto...
Trovo del tutto corretto e condivisibile quanto espresso dal Collega LONGHI nella Sua risposta.
Troppo facile consigliare, magari dopo sommaria visita clinica, ad un paziente di farsi una cultura sull'andrologia in maniera autonoma, improvvisata e casuale...consultando un "Bignami"...con tutto il rispetto... per il Bignami.
Ed il bello è che per questo, chiamiamolo consiglio, si pagano spesso profumate parcelle...
Ancora un caro saluto.
Prof. Giovanni MARTINO