Utente 165XXX
Salve, vorrei un vostro parere per mio nipote che venerdì 23 ha avuto un brutto incidente in moto. Ha riportato lesione al femore, al bacino, all'avambraccio, versamento della milza, questo è quello che ci è stato detto subito. Ha subìto immediatamente un intervento per stabilizzare le ossa rotte che è durato 8 ore poi gli hanno indotto il coma farmacologico fino a sabato pomeriggio. E' ancora in rianimazione e dicono che non è fuori pericolo perchè ha elevati valori di CPK e la febbre. oggi devono rifare un'ecografia alla milza per vedere il danno(anche se dai valori dell'emocromo dicono che la fuoriuscita di sangue dalla milza si sia fermata). Mio nipote è affetto dal morbo di cuscing e circa due anni fa gli è stato asportato un adenoma ipofisario, dalle ultime analisi prima dell'incidente si è scoperto anche che i suoi surreni non funzionano più. Qiundi vi chiedo cortesemente di dirmi se date le sue condizioni di salute antecedenti l'incidente, lui possa subire conseguenze ancora più gravi di quelle descritte e vi chiedo di delucidarmi su questi valori alterati di CPK, cosa possono causare? cosa ancora ci dobbiamo aspettare? esiste un centro specifico a cui rivolgersi per questo caso così complicato? Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione che presterete alla mia richiesta.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, è normale che i colleghi, dopo 48 ore circa, non abbiano ancora sciolto la prognosi, dal momento che suo nipote ha subito un politrauma esteso ed il CPK elevato potrebbe credo essere dovuto propio a questo, anche se non conosciamo i valori.
C'è stato inoltre un trauma addominale, con una situazione della Milza da tenere sotto osservazione.
L'aumento della T.C è normale in questi casi
Al momento attuale non è sicuramente trasportabile e poi una Rianimazione è il posto migliore dove stare, in quanto tutti i parametri vitali sono costantemente rilevati e anche il problema endocrinologico sicuramente è tenuto nella dovuta considerazione.
Pertanto date fiducia ai medici, che stanno sicuramente facendo il massimo per sciogliere la prognosi.
Un saluto e se lo desidera ci dia notizie.
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissima dottoressa, la ringrazio per essere stata così tempestiva nella risposta, ma oggi ho da darle ulteriori informazioni riguardo la salute di mio nipote ( ho dimenticato di menzionare che ha 24 anni). Sono appena stata a trovarlo in ospedale e ci hanno comunicato che è sopraggiunta un'embolia polmonare e siccome ha la gamba operata molto gonfia pensano anche che probabilmente ha una trombosi e domani gli faranno un ecodoppler; in più l'ortopedico che lo ha rivisitato ha riscontrato un'altra frattura al piede e pensa che dovrà operarlo al più presto. La prego dottoressa, mi dica, se mio nipote verrà sottoposto ad un altro intervento, con l'embolia polmonare in corso a cosa può andare incontro? se trovano questo trombo nella gamba lo dovranno togliere urgentemente in ogni caso? Premetto che ho piena fiducia nei medici che hanno sotto cura mio nipote ma ogni volta che andiamo a parlare con loro viene fuori una novità negativa e se chiediamo ulteriori informazioni ci trattano con molto distacco, sembrano seccati. Noi non andiamo a disturbarli, parliamo con loro solo quando c'è il momento del colloquio nonostante ciò non danno molte spiegazioni. Non so se questo sia molto professionale ma fanno così. Per cui siccome ho molta fiducia nei vostri pareri che ho già consultato altre volte, piuttosto che richiedere a quei medici mi rivolgo a voi che sono certa mi risponderete in modo più adeguato vista la situazione particolare.Date le informazioni che le ho scritto, mi dica dottoressa, cos'altro ci dobbiamo aspettare? Mi scusi se sono stata prolissa ma questa sensazione di impotenza di fronte ad un fatto così grave mi mette molta agitazione. La ringrazio infinitamente per l'attenzione che mi presterà.
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, lei ci chiede cosa vi dovete aspettare, ma non è possibile prevederlo con precisione; certamente suo nipote si trova in una fase di grande instabilità clinica ed è quindi esposto a complicanze infettive, vascolari, emorragiche e quant'altro: so di non darle una buona notizia, ma in questi casi ci si può aspettare di tutto; lui però ha dalla sua la giovane età, in più li i colleghi sono veramente qualificati.
L'embolia polmonare deve essere stata una forma lieve, altrimenti le conseguenze sarebbero state ben altre, ed è una complicanza frequente nei pazienti polifratturati. La gamba potrebbe avere una tromboflebite, ma in genere si cura con terapia medica, a meno che il problema non sia invece arterioso: con gli elementi che abbiamo, di più non è possibile dire.
Anche la frattura al piede, stia tranquilla che la opereranno solo se sarà in grado di affrontare l'intervento.
I sentimenti che lei prova sono normali in questi casi, e per quanto riguarda i rapporti coi medici del Reparto, non tutti sono dei grandi comunicatori, ed inoltre spesso si è stressati ed oberati di lavoro, con pazienti tutti in gravi condizioni, quindi poco inclini a quella disponibilità che invece voi desiderereste, perchè tutte le energie sono concentrate sui pazienti.
Ci tenga informati se vuole, io spero di essere stata chiara.
Cordiali saluti ed in bocca al lupo.