Utente 167XXX
Tempo fa mi sono accorto che il polso mi faceva male notevolmente alla base del pollice non riuscendo neanche a chiuderlo nel palmo come si fa per chiudere la mano a pugno(non so se sono stato chiaro) per cui in un primo momento ho lasciato perdere poi il dolore si faceva più intenso,premetto una cosa come mestiere sono un Barman e come hobby, anzi la mia fissazione è suonare la chitarra, al che ho deciso tramite il medico di famiglia di farmi fare un'ecografia.
Risultato?
Tendinite al flessore radiale del carpo.Vado da il mio medico e mi prescrive degli anti dolorifici e delle sedute di fisioterapia (laser terapia e ultrasuono terapia ad immersione, tutore pportato quasi regolarmentedico quasi per via del lavoro per 30gg)il dolore non è sparito ma diminuito il gonfiore è rimasto e io non sto riuscendo più a suonare e lavorare bene.
Non so che fare adesso mi hanno consigliato le onde d'urto sarà la mia ultima spiaggia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Non è ovviamente possibile suggerire terapie senza aver visitato il paziente. E' abbastanza normale che sia difficile curare una infiammazione a carico di un tendine che viene continuamente impiegato, ma se il dolore persiste è opportuno che consulti un ortopedico esperto in patologie della mano. Non so le disponibilità di Lecce (ma può chiedere al Suo medico) ma può rivolgersi ad esempio alla UO Ortopedia e Traumatologia dell' Ospedale Verris Delli Ponti di Scorrano http://www.asl.lecce.it/UnitaOperativa.aspx?Organizzazione=395
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

il dolore è sul versante palmare del polso oppure "a metà strada" tra la faccia palmare e quella dorsale ?
(in termine tecnico parliamo di stiloide radiale).

Se il suo dolore è infatti localizzato sul versante palmare e il dolore aumenta cercando di flettere il polso (soprattutto se questa manovra viene effettuata "contro resistenza", cioè mentre si cerca di impedire dall'esterno tale flessione), è molto probabile che la diagnosi ecografica di tendinite del flessore radiale del carpo sia corretta.

Se invece il dolore è a metà strada tra dorso e lato palmare e aumenta con l'estensione forzata del pollice, potrebbe trattarsi di una tendinite di De Quervain (estensori del pollice).

In ogni caso, oltre all'ecografia, solo l'esame clinico confermerà una diagnosi piuttosto che l'altra.

Se le terapie da lei effettuate sono risultate solo parzialmente efficaci, potrei consigliarle una infiltrazione di steroidi nel punto dove ha il dolore (questa va sempre confermata ed eseguita dal chirurgo della mano o dall'ortopedico), che in genere risolve il problema in modo più incisivo.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Finalmente ho trovato il responso dell'ecografia e dice cosi" Lo studio ecografico delle formazioni mio tendine e capsulo ligamentosedel polso sinistro rileva una evidente tumefazione dei tendini del Flessore radiale del carpo ed in particolare dell'Abduttore lungo del pollice che si presentano ipoecogeni irregolari e circondati da area di flogosi reattiva come da tendinite cronica riacutizzata"
Mi hanno consigliato, come ho detto prima di fare un ciclo di FKT con Ultrasuonoterapia pulsata ad immersione ma il dolore persiste.
[#4] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il referto non chiarisce molto il problema perché il flessore radiale del carpo e l'abduttore breve del pollice sono due tendini ben distinti e relativamente lontani fra loro e che decorrono in due tunnel differenti. E' possibile che si tratti del m. di De Quervain, di cui può leggere qui una descrizione http://www.ortopedicoabologna.it/index.php?id=27 e http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-della-mano/248-morbo-de-quervain-tendinite-polso.html; esistono alcune manovre per accertarlo con facilità, per cui ribadisco la necessità della visita specialistica presso un chirurgo della mano. Una diagnosi accurata permette di scegliere la terapia adatta, senza perdere tempo e denaro.
Ci tenga aggiornati, se vuole
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ribadisco quanto già detto precedentemente e cioè che sia che si tratti di un De Quervain, sia che si tratti di una tendinite del F.R.C. o di entrambe le cose, la prima cosa che farei se fossi io a visitarla, sarebbe una infiltrazione locale di steroidi sul punto (o sui punti) sede del dolore.

Le onde d'urto potrebbero essere un'alternativa valida, ma non sempre danno i risultati sovrapponibili alla infiltrazione (è anche vero che non si deve pungere, ma tenga presente che è una terapia dolorosa, soprattutto nel primo minuto di ciascuna seduta e in genere occorrono dalle 3 alle 5 sedute di onde d'urto).

Cordiali saluti.