Utente 892XXX
da una vita soffro di eiaculazioni precoce molto probabilmente dovuto ad eccessive masturbazioni dei tempi giovanili e quindi il glande e diventato molto sensibile. Ma ormai queste erano cose fatte in gioventù ma ora sono ferlicemente sposato da circa 36 anni ed è da circa 48 anni che non mi masturbo più, ma solo vita di coppia normale ma mi sono sempre lamentato e anche mia moglie del problema che ho accennato sopra.Ma non è tutto ora che ho 68 anni i problemi aumentano sia in eiaculazioni precoce ma non troppo perchè riesco a fare rapporti quasi completi insieme a mia moglie,come dicevo il desiderio sessuale ci stà ancora ma molto meno di una volta,e quindi cè il problema dell'indurimento dovuto sicuramente all'età.Feci due anni fa una visita urologica e il dottore mi diede il cialis ma l'ho usato poche volte in quando il giorno dopo e per circa tre giorni consecutivi avevo sempre acidità di stomaco, quindi non ho presa più il cialis.Quindi ho avuto rapporti normali con mia moglie,ma allo stato oggi mi trovo con una eiaculazione un pò più lunga ma il pene a volte e eretto scarsamente a volte no.Desiderei una risposta che può soddismarmi.p.s. vorrei sapere se assumendo le pillole al bisogno di LEXARYN possono andare bene per i 2 problemi accennati sopra,e se hanno effetti collaterali.Grazie per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
qua servirebbe anzitutto capire la natura del deficit erettivo (ormonale? circolatorio?) curarlo per bene, e se permane eiaculazione precoce curare anche quella.
[#2] dopo  
Utente 892XXX

Iscritto dal 2008
ringrazio per la risposta molto evasiva ma vorrei solo avere risposte alle mie domande scritte,perchè non intendo sapere la natura per la cura, ma solo di vivere un pò meglio il mio rapporto avendo qualche consiglio in più.Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Evasiva lo dice lei scusi se son diretto. La terapia della insiuufficienza erettile non deve basarsi sulla sola prescrizone di tadalafil, sildenafil e vardenafil, va curata anche la malattia di base. Se no conta per poco tempo. E se se non si fat terapia corretta per deficit erettivo il problema eiaculatorio rimane Poi a 68 anni vi possono essere problemi associati cardiovascolari generalizzati.
Vivere meglio il rapporto significa conoscere ed applicare la terapia, che di qua non possiamo fare.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Signore,
come giustemente le ha scritto il Dr.Cavallini, non è pensabile parlare di terapia, senza diagnosi, sarebbe da incompetenti ed approssimativi.
Dovrebbe indagare con il suo andrologo di fiducia, le cause del suo deficit erettivo e, con un sessuologo clinico, completare la diagnosi ed investigare l'associazione tra d.e. ed eiaculazione precoce.
In ambito medico e sessuologico, non ci sono consigli, ma prescrizioni terapeutiche.
Solo dopo aver fatto tutto questo, si può immaginare di stilare una terapia sessuologica, che sarà sicura,mente di tipo combinato: farmacologico e sessuologico.
Auguri.


www.valeriarandone.it