Utente 163XXX
Gentilissimi, a seguito di un primo spermiogramma effettua da mio marito ci siamo rivolti ad una clinica per la procreazione assistita. Nell'immediato abbiamo attivato una serie di piccoli accorgimenti per cercare di migliorare, anche se di poco, la qualità dello sperma di mio marito e di individuare le cause della nostra infertilità. Tra questi accorgimenti, oltre alla drastica riduzione di alcol e caffè, anche l'integrazione alimentare con complessi vitaminici e con SPERGIN Q10 e FERTILOR. Un secondo spermiogramma è stato eseguito circa un mese dopo il primo, per conferma.
Ecco i risultati rispettivamente del 2° e del 1° spermiogramma:
ESAME DEL 8/7/10
ESAME MACROSCOPICO
Vol. 3,4 ml; Colore: biancastro; pH 8,3;

ESAME MICROSCOPICO
n°/ml 28 milione; n° tot. 95.2 milioni;
cellule spermatogenesi: 0.1 miione/ml; Leucociti 0.9 mio/ml;cellule epiteliali <0.1 mio/ml
Agglutinazioni a fresco: 0%; viscosità: 1%;

MOTILITA'
forme "a" 7%; forme "b" 38%; forme "c" 8%; forme "d" 47

MORFOLOGIA
Forme normali 6%


ESAME DEL 11/06/10
ESAME MACROSCOPICO
Vol. 4,5 ml; Colore: biancastro; pH 7,8;
Coagulazione: presente; Liquefazione: incompleta, disom.; viscosità: normale

ESAME MICROSCOPICO
n°/ml 30 milione; n° tot. 135 milioni;
cellule rotonde della linea germinale: 1 miione/ml; Leucociti<500000/ml;
agglutinazione assente; pseudoagglutinazione assente

MOTILITA'
Dopo 60': forme "a" 0%; forme "b" 10%; forme "c" 40%
Dopo 120': forme "a" 0%; forme "b" 15%; forme "c" 30%

MORFOLOGIA
Forme normali 1%

Da profana, mi sembra di leggere un netto miglioramento. Vorrei sapere se, con uno spermiogramma come il 2° ci sono possibilità di gravidanza naturale (nel frattempo stiamo continuando ad eseguire tutti gli accertamenti per IUI/FIVET). Inoltre, mi domando se sia possibile che le "cure" seguite abbiamo contribuito a tale miglioramento e, quindi, possa essere auspicabile un ulteriore miglioramento dopo quasi un altro mese di integratori.
Nel frattempo, abbiamo anche scoperto che mio marito ha la mutazione A1298C del gene MTHFR in eterozigosi per cui ha cominciato ad assumere Acido Folico. Ci hanno detto che anche questo potrebbe influire sulla qualità dello sperma. E vero?
Vi ringrazio moltissimo per l'attenzione.
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cqara signora,
in tutta franchezza non c' è modificazione significativa fra i due spermiogrammi, asnche perchè il liquido seminale fluttua nei valori e va sempre esaminato almeno due volte prima di terapia e due volte dopo. Nessun farmaco è in grado di agire sulla spermatogenesi a scopo migliorativo in un mese, ne servomne per lo meno due o tre. francamente andrei da bravo collega a vedere cosa succede con quella motilità tanto bassa. Degli integratori in commercio in italia, nessuno ha dimostrato efficacia nel migliorare spermiogramma in studi controllati.