Utente 166XXX
Sto vivendo un periodo travagliato e oltre ad altri problemi di salute mi si è inserito un problema di impotenza.

Dopo una manipolazione di un osteopata provo dolore ai glutei, sacro, schiena, stimolo alla defecazione e dolore all'eieculazione (che ancora c'era) ma poi i dolori passano e rimane il problema sessuale che dopo 2 settimane diventa una impotenza totale, anche con sutostimolazione o con la mia compagna.
Al limite arrivo ad una erezione che poi svanisce e ho un leggero dolore perineale.

Mi sono rivolto al mio medico di famiglia e ad un neurologo che hanno escluso secondo loro problemi legati alla manipolazione, ho eseguito anche una RM lombo-sacrale da cui non è risultato nulla ma lesaminatore mi ha detto che non è un esame esaustivo per questo tipo di problemi.

I medici pensano che questa impotenza improvvisa sia dovuta alla depressione ma guarda caso è arivata proprio dopo la manipolazione.

Ora alcune domande:

1) Si può fare qualcosa per il problema anche dopo ormai oltre 1 mese? Perchè l'impotenza è totale. Il pene è poco sensibile.

1) Come posso mettere in relazione con certezza le cose per chiedere un risarcimento?

3) Un simile tipo di impotenza può essere originata dalla depressione?

4) come è possibile che a trauma fresco potessi ancora avere erezioni ed ora non più? potrebbero tornare da sole?

il tutto complicato dal fatto che sono caduto in una depressione fortissima (già prima non ero a posto) ed i medici mi hanno fatto iniziare una cura col sereupin che notoriamente non favorisce certo la sessualità.


sono disperato...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Campo
28% attività
0% attualità
12% socialità
VERONA (VR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
da questa postazione non è possibile darle alcuna risposta.
Esegua una visita Urologica o andrologica, e lo specialista dopo un esame obiettivo e dopo averle prescritto ulteriori esami potrà rispondere alle sue domande.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Oggi sono stato da un urologo amico di famiglia:

secondo lui ho una prostatite che può essere stata causata dalla manipolazione per l'irritazione di alcuni nervi.

prostatite per di più asintomatica che mi provoca l'impotenza.

Io non rimasto di stucco, ho avuto varie prostatiti ma mai sofferto di questo tipo di impotenza, semmai una leggera disfunzione per il dolore ma poi tutto ok al momento topico.

Ora invece scarsissima erezione, e soprattutto impossibilità a manternerla, nessuna eieculazione neppure dopo tanto tempo di manipolazioni.

Secondo il suo parere dovrei fare 2 settimane di cura con antibiotici e antinffiamatori per poi provare con il levitra.

ma se proprio su queste pagine si era eclusa la prostatite come cause di DE!!!

Il mio problema è nato dopo la manipolazione, lì va cercata secondo me la soluzione, che consiglio potete darmi, è difficile muoversi bene e ho paura di avere danni permanenti. Se dopo 1 settimana dalla manipolazione risucivo ancora faticosamente ad avere rapporti dopo 2 settimane tutto è fermo, ormai è 1 settimana che non eiaculo. Sento il pene sempre più estraneo ed insensibile e sopraattutto nessuno stimolo per la eieculazione, che in altri casi riuscivo perfettamente ad avere anche a pene flaccido o semirigido.

Almeno potessi dimostrare che il mio danno è dovuto alla manipolazione potrei avere la magra consolazione di far causa all'osteopata che mi ha rovinato.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Campo
28% attività
0% attualità
12% socialità
VERONA (VR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
non posso darle alcuna consiglio terapeutico perchè non ho avuto modo di visitarla.
Inoltre non posso rispondere alle sue domande senza aver a disposizioni esami di laboratorio e strumentali.
E' stato visitato da un urologo di famiglia, che ha fatto le sue valutazioni e le ha prescritto una cura. Segua i consigli dell urologo di fiducia.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio per le risposte.

ma sarebbe possibile sapere quali esami dovrei fare?

potenziali evocati?

RNM?

Ne ho fatta una al rachide lombro-sacrale da cui non è emerso nulla, ma l'esaminatore me ne ha consigliata un'altra nella zona del bacino per verificare i nervi erigendi ed eieculatori. Il mio problema è soprattutto nato dall'impossibilità a eieculare, poi è divenuto anche erettile.

E poi ci sono parecchi topic aperti sul fatto che una prostatite non può dare disfunzione erettile totale, proprio su questo sito.
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Campo
28% attività
0% attualità
12% socialità
VERONA (VR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
non vorrei sembrarle ripetitivo, va prima di effettuare degli esami deve effettuare una visita andrologica.
Non consiglio esami senza una valutazione clinica e senza aver valutato gli esami effettuati.

Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Aggiornamento:

il 16 agosto andrò da un andrologo molto rinomato in zona e poche ore prima farò una risonanza magnetica al rachide sacrale prescritta dal mio medico, che dopo iniziale scettiscismo, inizia a convincersi che il trauma manipolativo di cui nei precedenti messaggi, ha lasciato conseguenze, e non poche purtroppo.

Ho fatto la cura per la prostata (tavanic+supposte cortisone) e ho smesso di assumere il sereupin visto che dopo un iniziale abbattimento a livello psicologico ho reagito. (anche se passare da rapporti sessuali più che quotidiani e soddisfacenti alla roba di adesso non è facile). Ho iniziato il levitra 10mg, farmaco che aiuta ma non fa certo miracoli.

Dopo aver sospeso il sereupin ho notato miglioramenti, ora riesco ad avere una erezione decente (soprattutto col levitra) ed anche dei rapporti, anche se rimane sempre il problema dell'orgasmo-eieculazione.

L'orgasmo (quando ci arrivo) è debole come sensazione e l'eieculato scarsissimo (misurati 1-2 ml), 1/3 rispetto a prima della manipolazione. Potrebbe dipendere sempre dal trauma? Immagino di si ma non capisco come!
Il pene ha ripreso sensibilità sul glande ma rimane meno sensibile (anzi lo è) nella parte dorsale e mediana.
I dolori alla schiena, natiche e al retto sono calati ma ancora presenti.



Alcune considerazioni utili per tutti:

1) Il sereupin, per chi ha problemi di DE come me (ma anche altri ho letto in parecchi forum) equivale alla castrazione chimica. Roba incredibile...un farmaco che toglie ogni velleità anche con mezza pasticca.

2) Il levitra 10mg aiuta ma ha anche parecchi effetti collaterali (tachicardia, dolori muscolari). Costa però 6,55 euro a pasticca, e non esistono generici.

3) Non fatevi mettere MAI le mani addosso da nessun osteopata.