Utente 167XXX
Ho subito frattura della falange al terzo dito dalla mano dx in seguito a lieve trauma. Dalla radiografia il medico ha indicato altresi' la presenza di una deformazione ossea riconducibile a condroma, ma non ha saputo confermare con sicurezza la diagnosi o stabilire se necessiti di intervento. L'rx e' in formato digitale consultabile via internet. Il medico di base non ha saputo indicarmi uno specialista a cui rivolgermi. Accedo facilmente alle zone di Cesena e Monza. Vorrei sapere se e' confermata la diagnosi e se e' necessario l'intervento. A chi posso rivolgermi per conferma ed eventuale intervento chirurgico?

Ringrazio anticipatamete e porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Premetto che l'orientamento del sito, ma anche il mio personale, esclude di prendere visione di immagini di qualsiasi tipo. Quindi a prescindere dal fatto che non abbia indicato dove trovare la radiografia non è assolutamente possibile confermare o smentire diagnosi. Occorre valutare la radiografia e le dimensioni del condroma (se di questo si tratta). In alcune condizioni in cui la lesione è piccola la frattura puà costituire uno stimolo per la guarigione anche del condroma, ma se questo è di dimensioni maggiori si ricorre all'intervento per svuotare la cavità e sostituire il tessuto patologico con innesti ossei. Può trovare una descrizione del condroma qui http://www.ortopedicoabologna.it/index.php?id=45 .
Può rivolgersi alla UO Chirurgia plastica ricostruttiva, chirurgia della mano e microchirurgia ricostruttiva dell'Ospedale San Gerardo di Monza http://www.hsgerardo.org/node/66
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Seguiro' il consiglio! Grazie