Utente 167XXX
Salve,
ho trentanni e da qualche anno soffro di un disturbo che dopo un'ecografia addominale ho scoperto essere ricondotto a calcoli della colecisti.
In poco più 2 anni ho avuto 4 manifestazioni uniche di coliche che sono durate circa 3-4 ore trattate che una volta trattate con antispastici e analgesici sono scomparse.
L'ecografia ha evidenziato un calcolo di circa 2cm nel lume della colecisti. Nessuna dilatazione delle vie biliari ne ascite o tumefazioni pancreatiche.
Gli esami del sangue sono tutti nella norma come del resto il fegato appare regolare per morfologia.
Vi chiedo quindi se è consigliabile attivarsi per l'asportazione del calcolo chirurgicamente e se è possibile il ripresentarsi di una colica dopo circa un mese dall'ultima manifestazione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La colica potrebbe manifestarsi in un qualsiasi momento: dopo un mese, dopo un anno, ma anche dopo una settimana; non ci sono regole in queste tempistiche. Per questo l'intervento e' consigliabile: la presenza di calcoli e le coliche in anamnesi sono infatti i motivi che, dopo aver fatto gli opportuni accertamenti, possono indurre il Chirurgo a consiglierle senz'altro di eseguire una colecistectomia; preferibilmente, s'intende, per via laparoscopica.
Cordiali saluti