Utente 167XXX
Salve,

sono stato operato tre settimane fa a causa di cisti sacro coccigea, il taglio è abbastanza grosso circa 10 x 4 in quanto sono state trovate 4 fistole, inizia 4 cm sopra l'ano e termina poco sopra l'insenatura del sedere.

Sabato scorso mi sono stati rimossi i punti non per intenzione del chirurgo che mi ha operato ma da un altro chirurgo di pronto soccorso, mi ero infatti recato a farmi controllare data la modesta fuoriuscita di sangue (che non era mai uscito prima nemmeno in quantità modestissime) e questo chirurgo ha deciso di far saltare un punto non rendendosi conto che essendo collegati si sarebbero allentati tutti gli altri. Chiamamola una "svista"....
Da sabato 24 mi ritrovo quindi con la ferita aperta che sta guarendo per seconda intenzione.
La ferita spurga siero e viene medicata ogni 4 giorni di media in ospedale e tutti i giorni a casa con acqua ossigenata e fisiologica.


Ciò che intendevo chiedere è quanto tempo, più o meno, essa impiegherà a richiudersi e soprattutto fra quanto potrò farmi una doccia completa e non dovermi più lavare a pezzi.


Grazie, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La chiusura pe seconda intenzione, che sia voluta oppure no, impiega comunque alcune settimane per giungere alla guarigione completa: deve pazientare, ma si consoli pensando che cio' che e' successo, a suo dire, per una svista viene intenzionalmente eseguito per moltissimi casi analoghi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Considerata l'ampiezza del taglio e la parziale cicatrizzazione in profondità già avvenuta, indicativamente dovrei farcela per metà agosto o secondo Lei ci vuole la fine di agosto?

Circa la fuoriuscita di sangue a suo dire è normale? Da cosa è originata?

Un'ultima domanda ancora: si può disinfettare con mercurocromo?
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Difficile fare previsioni sui tempi di guarigione: io direi che e' probabile che un mesetto ci voglia tutto, ma puo' anche darsi che la situazione vada rapidamente migliorando e che il suo organismo impieghi qualche giorno in meno per giungere al risultato finale. Comunque tenga conto che non e' importante solo l'estensione nel senso longitudinale della ferita rimasta aperta, ma e' fondamentale soprattutto la sua profondita': il tempo di guarigione e' direttamente proporzionale a quest'ultima; in poche parole piu' la ferita e' profonda e piu' tempo richiede per guarire, dato che il processo si muove dal fondo verso la superficie.
Sulle tecniche di disinfezione non mi pronuncio perche' ogni Chirurgo ha i suoi metodi e spesso la maggior parte di essi sono egualmente validi: le consiglio comunque di affidarsi ad un Medico o ad un Infermiere esperto, quanto meno per una medicazione ogni tanto, anche al fine di verificare che vada tutto per il meglio.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la cortese e rapida risposta.

Il chirurgo mi ha visitato oggi e ha detto che procede bene, fastidiosa solo la rimozione della fibrina all'interno della ferita.

La ferita è profonda 4 cm.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Molto bene. Ci vorra' qualche settimana, ma almeno cosi' e' sicuro che sta andando nella giusta direzione.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Dopo un mese circa finalmente la prima doccia... la ferita non è del tutto rimarginata ma mi è stato detto che potevo farla...

A questo riguardo volevo chiedere se c'è qualche cosa che devo evitare come acqua calda o bagnoschiumi...

la ferita rischia di macerarsi se sto troppo sotto l'acqua?


Grazie davvero.
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non rischia praticamente nulla: l'importante e' che alla fine si sciacqui con abbondante acqua e poi si asciughi per bene, utilizzando per la zona della ferita una garzina pulita; poi naturalmente dovra' procedere subito dopo con la normale medicazione alla quale e' abituato.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
L'acqua della doccia non rallenta il processo di completa cicatrizzazione?
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
No. Deve solo fare attenzione perche' l'acqua della doccia non e' certo sterile: per questo e' sempre opportuno fare una medicazione subito dopo la doccia stessa.
Cordiali saluti