Utente 167XXX
Salve gentili dottori, ho scoperto quasi due anni fa di avere un varicocele sinistro e circa un anno fa mi sono sottoposto all'intervento chirugico di rimozione con incisione scrotale, pochi mesi dopo ho scoperto che non solo il varicocele a sinistra era ritornato ma anche che a destra era comparsa una nuova varice, quindi pochi giorni fa mi sono sottoposto alla scleroembolizzazione percutanea per eliminare il varicocele bilaterale.Il problema è che da circa due anni la vena dorsale sottocutanea del pene è sempre più evidente e ingrossata, prima si vedeva solo il tratto iniziale, ora riesco a vedere tutto il suo decorso, in particolare in erezione è visibilissima e gonfia, parte dalla base sul dorso arriva a meta , fa un ansa ed emette collaterali verso prepuzio e glande, non mi da nessun fastidio, nessun dolore, è solo antiestetica, mi chiedo se la causa sia stato il varicocele bilaterale e quindi è destinata a ritornare alle sue normali dimensioni oppure è un problema del tutto indipendente che necessita ulteriori accertamenti.. volevo sapere questo perchè sono due anni che mi tormento.. per me è molto antiestetica e non vivo l'intimità con serenità, grazie in anticipo per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Difficile fare una correlazione diretta tra il problema varicocele e vena dorsale del pene "dilatata" anche se è dibattuto il tema di una possibile correlazione fra varicocele e disturbi vascolari venosi a livello del pene.

Per tagliare la "testa al toro" le consiglio una attenta e diretta valutazione con un esperto andrologo.
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
grazie, al più presto prenoterò una vista specialistica, ma mi chiedevo se in ogni caso di cosa effettivamente si potrebbe trattare? nel senso che una flebite potrebbe essere esclusa visto che non è dolorante e non si tratta di un problema acuto no? in ogni caso una vena dilatata è sempre sinonimo di varice? potrebbe ritornare alla sue normali dimensioni?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Una vena dilatata è quasi sempre un sintomo di un non perfetto od eccessivo scarico venoso che può dipendere da varie cause, come ad esempio la presenza di un reflusso venoso come nel varicocele o più in generale nelle vene varicose.