Utente 168XXX
Buongiorno,
vorrei un parere riguardo alla situazione di mio nonno.Gli è stato diagnosticato un carcinoma gastrico con metastasi epatiche diffuse. IL tumore primario è ulcerato(circa 5cm) e sanguina, causando a mio nonno astenia e iporessia(cose assolutamente estranee al suo temperamenro). Il colorito della pelle è leggermente itterico, così come le sclere.E' in terapia con diuretici per la pressione e un gastroprotettore. All'ospedale, mentre in un primo momento ci avevano accennato alla possibilità di un trattamento chirurgico (siccome le condizioni di cuore, polmoni e altri organi sono ottimali)o di un ciclo di chemioterapia per os, adesso ci hanno comunicato la necessità di contattare un assistente sociale e di iniziare, quando il nonno si sentirà male(immagino, peggio di come si sente già), le cure palliative. Questa decisione ci ha lasciati un po' interdetti e vorrei sapere se un'eventuale intervento chirurgico o una chemioterapia fossero davvero sconsigliati in un caso come questo.
Dimenticavo, il nonno ha 84 anni, ha sempre goduto di ottima salute, mangiato, bevuno con gusto, fino a qualche settimana fa svolgeva regolare attività fisica(due o tre Km al giorno con la nonna) e ha famigliarità per Ca gastrico.
Grazie mille in anticipo,
Gloria.
[#1] dopo  
110

Cancellato nel 2011
Le metastasi epatiche diffuse sono una controindicazione all'intervento specie in un soggetto anziano. Potete tentare di trovare un chirurgo arrembante oppure una oncologia disponibile a tentare la chemioterapia.
Saluti
M. Spinelli
[#2] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio molto per avermi fornito il suo parere, penso che proveremo a consultare un'altra oncologia, magari potrebbero tentare una radioterapia.
Cordiali saluti,
Gloria