Registrati | Recupera password
0/0

Colon irritabile e calprotectina fecale

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007

    Colon irritabile e calprotectina fecale

    salve,
    volevo chiedere il vostro parere sulla mia situazione.
    Sin da pikkolo mi capitava, quando mangiavo molto latte o dolci o frittura di avere la diarrea il giorno dopo. BAstava mangiare in bianco per qualke giorno e tutto si risitemava.
    Inoltre, spesso dopo gli esami all'università, la sera avevo sempre diarrea (sempre una sola scarica al giorno.. per un solo giorno)!

    Quattro mesi fa (dopo aver passato un periodo molto molto intenso per lavoro e università), una sera ho mangiato un mix di alici marinate e carciofi sott'olio e da lì è iniziato il mio problema.
    Dopo circa 8 ore.. ho iniziato a sentirmi male, diarrea, dolori addominali forti...!!! La diarrea è passata dopo un paio di giorni (sempre una sola scarica al giorno).. ma sono rimasti il gonfiore, il senso di pensatezza e un dolore continuo all'addome, vicino all'ombelico sul lato sinistro. Le feci erano poko formate, ma non diarrea. Sempre una sola volta al giorno.
    Dopo una settimana sono andato dal gastroenterologo che mi ha fatto prendere per 5 giorni un disinfettante per l'intestino, poi il duspatal per i dolori e i fermenti lattici (dicoflor)!
    LA situazione è rimasta invariata per 2 mesi! Ho continuato a mangiare in bianco, e i dolori sono passati, ma il gonfiore e le feci molli rimanevano (non diarrea)!
    Successivamente ho sentito un secondo parere medico, ho fatto analisi del sangue (tutte perfette ad accezione della transferrina ke era bassa), le intolleranze igg e iga, i test per la celicia, proteina C reattiva e il calprest test per la calprotectina fecale che è risultato di 116 (max è 50)!

    Il mio gasto mi ha detto di stare tranquillo, che questo valore indica un infiammazione in atto ma che dovrebbe normalizzarsi. Mi ha prescritto una settimana di normix (disinfettante) e poi 2 mesi di fermenti lattici (tubes colon target) e carmit (compresse alla mente piperita)!
    Dopo il normix, ho iniziato a prendere i fermenti e il carmit, ma il carmit mi provocava solo diarrea e quindi l'ho sospeso!
    Adesso, da una settimana, prendo solo i fermenti, i dolori sono scomparsi quasi del tutto, ho solo quel senso di gonfiore e le feci molli e di colore chiaro (ma non diarrea)!
    Il mio gastro dice ke tra un mesetto rifacciamo il test per la calprotectina e se il valore non è sceso faremo la colonoscopia.

    Io sono un pò preoccupato per il valore alto della calprotectina fecale!

    vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità e per il servizio offerto.

    grazie

    mino



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 53 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia oncologica

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2006
    Gentile Sig.Mino,
    chiariamo alcuni aspetti;La CALPROTECTINA è una proteina legante il calcio presente nei neutrofili, e a più basse concentrazioni nei monociti e nei macrofagi.
    Tale proteina è in atto utilizzata come sistema di monitoraggio, nei pazienti con documentata IBD (Rettocolite ulcerosa e Morbo di Crohn).
    La sensibilità del test è molto alta circa 80% ma la sua sensibilità no! con questo si intende che, processi flogistici aspecifici, che interessano il tratto colon-rettale (Gastro-enteriti) diverticolosi e diverticolite ma anche nelle gastriti cronoche ed acute!!!
    Il range di riferimento utilizzato è:
    < 15 µg/g Negativo
    15-60 µg/g Processo infiammatorio a carico della mucosa intestinale
    > 60 µg/g Processo infiammatorio di alto grado a carico della mucosa intestinale
    Attenzione!!!!! questo non significa che,lo studio della CALPROTECTINA sostituisce la PANCOLONSCOPIA!!!!!! quindi, concordo con il collega nel sottoporla ad esame Endoscopico!
    Cordialmente
    Dr.Giovanni Piazza
    www.drgiovannipiazza@blogspot.com






  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Gentile Dott. Piazza,
    la ringrazio per le delucidazioni!

    Ripeterò il test per vedere se la situazione è migliorata, in caso contrario, anke se proprio non vorrei, farò la colonoscopia!

    Volevo chiederle, se è possibile che questo valore alto possa dipendere da una infezione alimentare (scusi il mio linguaggio poko tecnico), nel senso che magari ho mangiato qualcosa che mi ha provocato tale situazione.

    Se ci fossero altre patologie, sarebbe emerso qualcosa dalle analisi del sangue? ad esempio.. una gastrite ulcerosa o diverticolite, avrebbe modificato alcuni parametri nelle analisi?

    mi scusi per tutte le domande... vorrei cercare di capirci qualcosa in più per rassicurarmi psicologicamente.


    la ringrazio tantissimo per la disponibilità!

    grazie

    mino



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 53 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia oncologica

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2006
    Sig.Mino,
    come le ho già scritto,rilegga la mia precedente attentamente!,un processo flogistico del tratto gastro-enterico anche una enterite virale o una intossicazione alimentare, può aumentare il titolo della CALPROTECTINA.
    Pertanto come scritto è si sensibile ma aspecifica, se, utilizzata come unico parametro valutativo.
    Cordialmente
    Dr.Giovanni Piazza
    www.drgiovannipiazza@blogspot.com



  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Gent. Dr. Piazza,
    la ringrazio per la precisazione!!!! Non avevo capito molto bene quello ke mi aveva scritto precedentemente.

    GRazie ancora!

    cordiali saluti

    mino



  6. #6
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Gentile Dott. Piazza,
    volevo chiederle un parere sull'alimentazione!
    Ho sentito il parere di due specialisti (qui nella mia zona), il primo mi ha detto di curare molto l'alimentazione, evitando quegli alimenti che possono in qualke modo favorire la diarrea (latte, latticini, verdure, alcuni frutti, ecc...)! Il secondo specialista mi ha detto di mangiare tranquillamente senz crearmi troppi problemi xkè la diarrea se mi viene dipende da un "riflesso gastro-intestinale" (non ricordo esattamente come lo ha definito), in pratica dipende molto dalla mia testa, dal mio stato d'animo e dalle mie preoccupazioni e in parte dall'alimentazione.

    vorrei sapere il suo parere in merito....

    la ringrazio anticipatamente...

    mino



  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 53 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia oncologica

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2006
    Gentile Mino,
    come sempre al centro delle cose c'è la verità. esistono alimenti capaci di aumentare il peristaltismo intestinale e quindi "favorenti" la diarrea ma, è anche vero che,il nostro apparato digerente è molto sensibile agli insulti psico-emotivi.
    Consiglio? Mangi ciò che le aggrada e si riposi o meglio si dedici a ciò che l'appaga e la distrae.
    Cordialmente
    Dr.Giovanni Piazza
    www.drgiovannipiazza@blogspot.com



  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Grazie tantissimo dott. Piazza!
    Son sicuro che lei ha ragione... in effetti... ieri sera avevo sentito il mio primo gastroenterologo e parlandomi della calcprotectina, mi ha messo addosso un pò di ansia e preokkupazione!
    Risultato? stanotte ho dormito male.. e ho avuto una diarrea!
    Da domani vado in vacanza... così mi distraggo un pò!!!

    grazie tantissimo!

    cordialmente

    mino


    grazie ancora!!!!



  9. #9
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Gentilissimo Dr. Piazza,
    ho seguito i suoi consigli e mi sono dedicato esclusivamente al relax!
    La mia situazione è andata via via sempre migliorando.
    All'inizio son spariti i dolori ed il gonfiore, ma ogni tanto avevo una scarica di diarrea (una sola scarica)! questo si è verificato per 4-5 volte in due settimane! poi nell'ultimo mese... si è verificato una sola volta.
    Adesso non ho ne dolori ne gonfiori, le mie feci sono formate ma.. un pò molli e di colore chiaro!
    Ho rieffettuato l'esame della calcprotectina ma il suo valore è aumentato da 116 a 136.
    Sinceramente, considerando i miglioramenti della mia situazione mi sarei aspettato un valore più basso del precedente.

    Devo preoccuparmi? devo necessariamente fare la colonoscopia?

    la ringrazio in anticipo

    cordiali saluti

    mino





  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 53 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia oncologica

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2006
    Gentile Mino,
    sono contento dei suoi miglioramenti anche se il laboratorio sembra non dare lo stesso risultato. Sarei tentato di invitarla, a sottoporsi a Pancolonscopia, ma ritengo sia autile per tutto settembre, continuare a fare come in questi mesi! Se a fine mese, ci ritroviamo allo status quo allora, le tocca!
    Cordialmente
    Dr.Giovanni Piazza
    www.drgiovannipiazza.blogspot.com



  11. #11
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Salve,
    la ringrazio per il consiglio! In effetti è ciò che sto facendo! La settimana passata ho terminato di prendere i Fermenti lattici (tubes colon target)! Ho avuto qualke fastidio i primi giorni... ma adesso tutto sembra piano piano normalizzarsi. L'unica cosa è che ho sempre le feci molli e di colore chiaro (ma sempre formate)!

    La ringrazio ancora per la sua disponibilità.

    cordiali saluti

    mino



  12. #12
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Gentilissimo dott. Piazza,
    ho deciso di fare la colon, perkè vorrei capire fino in fondo cosa non funziona nel mio intestino!
    In questi giorni sono stato poko bene, un paio di scarike di diarrea (feci molto molli e poko formate) e un pò di dolori addominali per 2-3 giorni! Poi tutto passato. Adesso non ho dolori, ma ho sempre le feci poko formate, di colore kiarissimo e maleodoranti.

    Nel frattempo mi son posto qualke domanda, che rigiro a lei, poikè io non ho le competenze per rispondere.
    Mi corregga se sbaglio: se avessi una colite ulcerosa dovrei avere le feci di colore più scuro (per la presenza del sangue) e i valori delle analisi del sangue alterati (io non ho nessuna alterazione ematologica e Ferro e ferritina nella norma). QUindi potrei escluderla?

    Una cosa importante potrebbe essere la causa ke ha fatto scatenare questo periodo negativo. Ho mangiato un piatto di alici marinate (ke ho decongelato bruscamente sul fornello perkè erano congelate) e carciofi sottoglio! Dopo 8 ore ero con crampi fortissimi e diarrea tanto da finire dal medico!

    la mia domanda è la seguente: anke considerando che ho sempre avuto una leggera colite, potrebbe in questo caso trattarsi di una specie di infezione alimentare? tipo enterite??? Ma l'enterite non dura solo poki giorni?

    Dalla colonoscopia si riesce ad evincere tutto questo?

    Mi scusi se le pongo tante domande!

    la ringrazio in anticipo per la sua disponibilità.

    mino






Discussioni Simili

  1. Una colonscopia nel settembre 2005
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28/06/2007, 11:22
  2. Pantorc
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 19/06/2007, 14:47
  3. Colon irritabile e intolleranza al lattosio
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 11/06/2007, 14:50
  4. Colon irrtabile o che altro
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 05/06/2007, 08:58
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29/08/2007, 07:44
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896