Utente 105XXX
Salve, circa 20 giorni fa ho avuto un incidente con il motorino e mi sono procurato un taglio con fuori uscita del mento e un taglio interno lungo tutta la gengiva inferiore. circa 10 giorni fa ho tolto i punti interni ed esterni e ho iniziato a vedere che il labbro sinistro inferiore e parte del mento sono addormentati. il medico maxilofacciale mi ha diagnosticato una paresi del labbro dovuto al taglio e mi ha detto di tornare a controllo fra 30 giorni. vorrei sapere se questo danno è permanente o è temporaneo e se devo assumere farmaci per migliorare la progressione del trauma e soprattutto a cosa sia dovuto questo problema(non so se possa essere un nervo o cosa...) grazie anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
impossibile per noi rispondere e probabilmente farà fatica a rispondere anche chi la potrà visitare o chi l'ha già visitata per il tipo di trauma avuto
alcuni farmaci possono facilitare la guarigione o avere azione trofica per le fibre nervose che cmunque a differenza di altri tessuti non possono rigenerare.
via mail non possiamo fare prescrizioni per cui eventualmente ne parli con chi l'ha visitata o con il suo curante
solitamente il recupero se possibile lo si ha nei primi mesi dopo il trauma ( entro 5/6 mesi ) dopodichè l'alterazione rimane stabile
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la sua tempestiva e completa risposta.
Il medico curante,e non il maxilofacciale, mi ha suggerito il gabapentin come farmaco...

In ogni caso, a quanto ho capito, corro il rischio che il labbro sinistro mi resti addormentato per sempre? e nel caso non esistono interventi riparatori?

grazie ancora.
[#3] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Non so se le può essere utile sapere che riesco a muovere il labbro sinistro ma non avverto dolori e quando lo tocco,ad esempio per metterci la crema, non lo avverto.

grazie.
[#4] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
la sensibilità e il movimento dipendono da fibre nervose diverse e non sono correlate tra loro per cui si può avere perfetto movimento e insensibilità
[#5] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
data la Sua sintomatologia neurologica, sarebbe opportuna una valutazione specialistica di questo tipo e, più precisamente, di neurofisiopatologia per precisare l'entità del danno e per monitorare un eventuale miglioramento.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Marano
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gent.mo Paziente,
probabilmente Lei ha avuto una lesione del nervo mentoniero alla sua fuoriuscita dal forame omonimo.
Tuttavia la lesione può essere a livelli diversi (guaina mielinica, tronco nervoso, fibre minori...) e di conseguenza anche i tempi di recupero possono essere diversi.
In genere come diceva il collega si ha il recupero entro 6-8 mesi, dopodichè l'eventuale danno permanente si stabilizza.
Mi preme ricordarle che il nervo mentoniero è un nervo sensitivo e non motorio, per cui il danno è "limitato" alla mancanza di sensibilità ed alla presenza di un eventuale fastidioso formicolio, ma potrà continuare tranquillamente a muovere il labbro.
Cordialmente