Utente 168XXX
Ho 34 anni e da 10 faccio uso di finasteride. Non avevo mai avvertito problemi di DE fino a febbraio di questo anno. Gli esami del sangue fatti recentemente sono tutti nella norma tranne la prolattina. Riporto in particolare i dati ormonali:

Cortisolo 19,3 -- Mattino 8-25
Estradiolo 29 -- < 75
Fsh 6,2 -- 2-15
Lh 5,8 -- 1-9
Prolattina 25,9 -- 3-17
Testosterone 6,2 -- 3,5-8,6
Tsh 3,77 -- 0,40-5

Ho sentito parlare di un farmaco che abbassa la prolattina, dostinex. Vorrei chiedere consigli su come procedere con esami e cure, se è il caso di effettuare già da ora un ecocolordoppler al pene e se eventualmente le terapie da intraprendere possono coesistere con l'assunzione di finasteride.
Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione degli specialisti del forum.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Non faccia l'autoprescrittore!

Sempre in questi casi, in situazioni cliniche così particolari, come la sua, devono prima avere una valutazione clinica diretta da parte di un esperto andrologo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio prima di tutto della risposta e vorrei precisare che non è mia intenzione sostituirmi ad un parere medico specialistico. :-)

Ho già effettuato sia il consulto dermatologico periodico legato all'uso di finasteride che una prima visita andrologica di controllo e, per la successiva, vorrei avere a disposizione più dati possibili da fornire al medico, così da poter affrettare i tempi di una diagnosi corretta e quindi di una cura efficace.

Ho letto con interesse l'articolo consigliatomi e vorrei chiedere se è il caso di optare anche per un parere di un endocrinologo, poiché un mio conoscente affetto da iperprolattinemia è stato indirizzato verso questa scelta.

Cordiali Saluti.