Utente 168XXX
Salve,

devo sottopormi ad un intervento ambulatoriale di 15 minuti ai turbinati nasali.

L'intervento è in anestesia locale e avendolo visto su you tube mi terrorizza molto e, se fosse possibile, vorrei essere sedato un po'....


Vorrei chiere se l'Ipnovel può essere prescritto e somministrato dall'ototinolaringoiatra in ambulatorio oppure deve essere presente obbligatoriamente l'anestesista e il monitoraggio dei parametri vitali?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Ippati
20% attività
0% attualità
0% socialità
CEFALU' (PA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
gentile signore,
l'intervento al quale deve essere sottoposto può essere eseguito tranquillamente in anestesia locale senza avvertire nessun fastidio particolare se non il bruciore dovuto all'infiltrazione dell'anestetico locale che è inevitabile. Trattandosi di un paziente particolarmente emotivo la inviterei a parlare col proprio medico di famiglia per aver prescritto e quindi poter assumere la sera prima o la mattina stessa della procedura un blando tranquillante (ve ne sono molti sotto forma di gocce da assumere per via orale). Non ritengo invece prudente la somministrazione di farmaci tranquillanti e/o ipnotici per via endovenosa in ambiente ambulatoriale privo molto spesso di un corretto monitoraggio delle funzioni vitali nonchè della presenza dell'anestesista in grado di far fronte ad eventuali alterazioni delle stesse.
spero di esserle stato di aiuto.
cordialità
[#2] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, vorrei fornirle un ulteriore suggerimento: parli con l'Otorino che la deve sottoporre all'intervento ai turbinati (probabilmente con la radiofrequenza?), in modo da avere tutte le delucidazioni possibili su quanto realmente avverrà, e se si dovesse sentire troppo spaventato lo faccia presente, in modo da trovare con lui una soluzione soddisfacente, in quanto una pronunciata agitazione del paziente può rendere indaginoso anche un intervento semplice.
Cordiali saluti ed in bocca al lupo.
[#3] dopo  


dal 2010
Grazie ad entrambi i medici!

Scartando l'ipotesi dell'Ipnovel, secondo voi avrebbe senso assumere prima dell'intervento una benzodiazepina a breve emivita che stimoli un po' il sonno tipo il Lendormin o l'Halcion?

Cioè, quello che mi servirebbe non è tanto un ansiolitico ma qualcosa che mi "intontisca" un po' durante l'intervento senza perdere conoscenza..


Ne parlerò con l'Otorino, ma a vostro avviso in questa circostanza si potrebbero assumere dossaggi un po' più alti? Tipo 5 compresse di Halcion?


Grazie
[#4] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, quello cui accennava il collega era una assunzione di ansiolitico, sotto prescrizione del suo medico, la sera prima ed eventualmente la mattina dell'intervento, ma quanto lei propone va oltre. Le rinnovo quindi il consiglio di parlare col collega Otorino, per cercare di avere l'assistenza di un anestesista se vuole essere "un pò intontito durante l'intervento". Le assicuro che altre soluzioni fuori controllo di un anestesista potrebbero essere pericolose.
Cordiali saluti