Utente 132XXX
Egregio dottore mi rivolgo a lei per un consulto per capire cosa è meglio fare.
Da ormai tre settimane mi afflige un'ansia persistente che ha come causa scatenante la mia perdita di capelli.

Sarò il più possibile precisa: ho i capelli scuri e abbastanza lunghi(i più lunghi misurano circa 40/45 cm) e una chioma particolarmente folta.
Non ho mai sofferto di perdita eccessiva, mi spiego: di capelli ne perdo ma in quantita veramente esigua ripetto alla massa che ho.
Solo l'anno scorso verso ottobre (?) ho avuto una caduta abbondante (li trovavo dappertutto: cuscino, camera da letto, doccia...) ma la cosa non mi aveva turbata poichè leggendo su internet è possibile una sorta di "muta" in autunno.

Ora dopo aver dato l'ultimo esame universitario (15 luglio) ho cominciato ad accusare la medesima perdita: mi passo le mani tra i capelli ed ecco che me li ritrovo tra le dita, ieri dopo il loro lavaggio (il primo della settimana) nella doccia e nella spazzola ne ho contati circa 130(!!!)e ne perdo durante il giorno ( sul cuscino pero non ne trovo).

Sono leggermente permanentati e dunque non li passo con la spazzola ma li muovo con il pattine.

Conservano tutti il "bulbo" bianco e piccolo ( sembra a forma di goccia) e sono di diverse lunghezze (cadono persino quelli piccoli che si trovano nei margini ultimi della tempie).

Altre info:
Sono abbastanza irregolare e quest'anno dopo una visita ginecologica e senologica rispettivamente per perdite intermestruali e ciste ovarica e fibroadenomi di recente (giugno)rilevati.

Ho subito iniziato con il BIOSCALIN ma risultati zero!
La mie domande sono dunque queste:
1- E' meglio aspettare ancora un pò per rivolgersi da un dermatologo?
2- Può essere un ricambio estivo?o quello che chiamano telogen effluvium?

Attendo sua risposta

Grazie




Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
necessita la visita .
Nel telogen effluvium la predominanza è ovviamente dei peli in telogen, ma , come ripeto è impossibile sbilanciarsi.
Si dovrebbero fare, durante la visita , test , sia clinici che laboratoristici, che solo lo specialista può impostare.
Da qui scaturirà l'opportuna terapia
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore le scrivo ancora per aggiornarla sulla mia situazione:
sono passati ormai due mesi da quando la caduta è comparsa e malgrado una scatola di bioscalin (nuova formula) e una di onikrin, di effetti positivi non se n'è vista l'ombra.

Mi sono rivolta ad un dermatologo specializzato anche in tricologia e venereologia della mia zona il quale osservando il mio cuoio capelluto ha riscontrato che i miei "bulbi" sono chiusi e mi ha illustrato le possibili cause(ferro/tiroide..)che devono essere indagate tramite emocromo...Ciò mi ha allarmato molto malgrado le sue rassicurazioni: si tratta forse di alopecia androgenetica quando i bulbi sono appunto chiusi?

Ancora grazie,

Cordiali saluti.