Utente 156XXX
Salve ho 28 anni e faccio il portalettere , è da un paio di mesi che avverto senzo di bruciore e fastidio con gonfiore delle vene e senso di formicolio agli arti superiori e inferiori della parte sinistra del corpo. Ho deciso quindi di fare degli esami ematici ma il tutto è risultato nella norma. Allora in data 16/04/2010 ho deciso di fare una visita dall'angiologo per effettuare un ecodoppler agli arti superiori e inferiori. Risultato:esame emomorfovelocitometrico venoso evidenzia:
Assi venosi profondi e superficiali pervi e continenti.
Pareti venose ben comprimibili.
Flusso spontaneo che si modifica con le manovre compressive.
Non segni di TVP recente o progressa, ne segni di flebite superficiale.
Sul versante arterioso, pervi gli assi succlavi, omerali,radiali, ulnari, arcate palmari ed arterie interdigitali.
Pervi pure gli assi femoro-popliteo-tibiali di dx e sx.
In particolare i segmenti arteriosi distali presentano atteggiamento vasospastico, con flusso valido, ma ad alte resistenze.
Manovre di Adson e Wright negative.

L'angiologo consigliava Vessel e 2 al dì di Benexol e 1 compr di Folina. Visita tra 3 mesi con esami ematici completi. Fatta questa cura sembrava attenuarsi questo fastidio e bruciore il quale però si ripresenta con il freddo (giornate di pioggia e freddo).Allora rifaccio il controllo dopo aver fatto esami ematici tutti nella norma tranne l'omocisteina. in famiglia qualcuno è omozigote. Cmq in data 16/07/2010 rifaccio di nuovo l'ecodoppler e il flusso del sangue da quello che mi ha spiegato l'angiologo dopo il picco prima era piatto adesso è migliorato. Cmq anche adesso si è ripresentato questo fastidio che persiste giornalmente con giorni più o meno evidente. In passato ho avuto una parestesia infatti mi brucia anche la parte sx della guancia e dalla risonanza era uscito un conflitto-neuro-vascolare con la cerebellare media e il pacchetto acustico facciale sx. Non ho indagato più perchè dopo essere stato ricoverato per la parestesia fatti esami blink-reflex e vari esami ai nervi facciali ect il tutto era passato. Bho voi per questi problemi che mi consigliate di fare intendo esami e visite specialistiche? Grazie attendo con anzia una vostra risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Per quanto riguarda il conflitto neurovascolare ritengo opportuno un consulto neurochirurgico. Per l'aspetto angiologico porrei molta attenzione alla prevenzione dei fattori di rischio (fumo, pressione arteriosa, assetto lipidico e glicemico, peso) e al suo profilo trombofilico, ricontrollando anche i valori dell'omocisteina per la eventuale terapia dietetica e farmacologica. Cordiali saluti