Utente 167XXX
Buon giorno,
Ho 30 anni.
Circa 21 giorni fa ho iniziato ad avvertire prurito in zona genitale, piccole perdite di liquido, chiazze rosse sulla corona del glande e dolori tipici da prostatite.
15 giorni prima avevo avuto un rapporto non protetto con una ragazza che poi si è scoperto avere un infezione batterica(non si è saputo altro).
Mi sono rivolto al medico di famiglia e a un dermatologo. Tutti e due hanno escluso una micosi genitale..anche se senza farmi esami specifici, ma solo guardando....ma comunque mi hanno fatto trattare per una settimana con :
Keraflox
pevaryl-pevisone latte.

Nessuno dei due purtroppo mi ha consigliato il tampone uretrale.
Il pevaryl e il pevisone erano insopportabili e aumentavano bruciore e gonfiore.
Il dermatologo mi ha fatto provare lo zovirax per eventuali herpes ma stessi effetti collaterali.
Cosi non ho messo piu niente.

Il mio urologo successivamente mi ha prescritto per telefono 10 giorni di Ciproxin 1 g RM .
Dopo questi otto giorni ieri ho finalmente visto il mio urologo che mi ha diagnosticato una balanopostite e mi ha prescritto:
Zitromax 1 g per 3 giorni alla settimana per due settimane
Ciproxin 1g per 10 giorni
Orudis supposte 1 la sera per 10 giorni.

Ho iniziato la terapia ieri

Ormai il gonfiore e il bruciore sulla corona del glande sono insopportabili e invalidanti.
Inoltre da2 giorni avverto bruciore dermatologico anche ai testicoli

Mi è stato detto di avere calma e pazienza ma non posso neanche sfiorarli con gli slip perche sento dolore e bruciore.

Volevo chiedervi consigli generali e poi consigli di lavaggio...poichè non sono nella condizione di usare creme e saponi...va bene acqua e bicarbonato?e se si calda o fredda?
Aiutatemi perche sembra che il mio glande esploda dal dolore.
Non è facile, qui è state e io devo stare a casa da solo a letto senza poter neanche fare una passeggiata..ovviamente di mare o rapporti sessuali neanche l' ombra perche la semplice erezione quando devo andare in bagno mi provoca un dolore simile a una punta di spillo conficcata sulla corona del glande.

Potete darmi qualche commento?I tempi di guarigione possono essere brevi o sono sempre lunghi come si legge spesso? Potreste, anche se nn lo fate mai, ipotizzare cosa sia o se c'è un anomalia prescrittiva? I tempi di 10 giorni potrebbero essere sufficienti? Grazie.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,capisco il disagio ma,anche dopo aver preso visione dei post precedenti,ritengo che il web,che non permette di vedere di persona,possa creare ulteriore confusione.Segua sempre i consigli di uno specialista reale e non virtuale.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,
capisco l' impossibilità di fornire indicazioni online.
Ieri però ho dimenticato di chiedere all' urologo consigli per l' igiene personale e, visto che è fuori sede, ora non so a chi rivolgermi.
Vorrei solo sapere se va bene la semplice pulizia con acqua, o se c'è qualch disinfettante che non irriti.
Inoltre il prepuzio scorre agevolmente sul glande per cui non riesco a tenerlo scoperto spontaneamente.... l' unico modo di tenerlo scoperto è fermarlo con la mano..ma è difficile stare con la mano fissa a tenere il glnde scoperto..questo perchè ho letto che il glande dovrebbe stare a contatto con aria..ma forse è una cosa senza senso...
poi sulla terapia farmacologica ha ragione e le farò sapere come andranno le terapie in corso, ma questi piccoli consigli mi sarebbero molto utili.

PS: ha mai visto baleniti che guariscono in tempi accettabili e definitivamente?

LA ringrazio in anticipo per la vicinanza.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la balanite,se correttamente diagnosticata,guarisce in tempi brevi.
Nel dubbio si lavi solo con acqua.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Dottori,
dopo 21 giorni di terapia antibiotica con Ciproxin 1 g e Zitromax 1 g preso 3 volte la settimana per 2 settimane, orudis supposte (1 a sera) per 1 settimana la situazione dei dolori acuti è molto migliorata.
NEssun dolore tranne la mattina appena sveglio il bruciore all' uretra le prime 2-3 volte che urino
Inoltre 3 giorni fa sono stato all' idi dove i dermatologi mi hanno prescritto anche doxiciclina 1 a sera che sto prendendo (bassado compresse) e lavaggi solo con acqua borica.
Da due giorni ho provato anche la masturbazione e non è un calvario come prima.
Continuo a non andare al mare.
Le macchie rosse sulla corona del glande non danno più dolore.
Resta però una situazione di macchie bianche e un brufoletto sul prepuzio (un puntino minuscolo bianco come ce ne sono alcuni sulla pelle) e arrossamento su tutto il glande visibile in semi-erezione o post erezione. Il glande in quei momenti sembra un po una carta geografica bianca e rossa
Ora ho un dubbio.
Può essere un residuo dell' infezione o può essere che ci sia solo un effetto antinfiammatorio dell' orudis ma l' infezione è ancora in corso?
Premetto che fino a 4 giorni fa il dolore era insostenibile.

Sul glande è come se fosse un rossore tipo cartina geografica.

Dovrei continuare la terapia fino a domenica e pi interrompere per fare un tampone uretrale dopo 3 settimane.

I dermatologi dell' idi pur visitandomi mi hanno detto che il cambiamento di pigmentazione in funzione dell' infezione è normale e che non devo preoccuparmi.
Guardando la zona (senza strumenti ecc) hanno escluso lichen e eventuali micosi.
Cosa ne pensate?