Utente 380XXX
Cerco di essere schematico:
Età 49, sesso maschile, altezza cm.178, peso 82 kg, Roma.
Rilevato calcolo alla colecisti di mm.30 in sede pre-infundibolare(asintomatico, non mi ha dato mai noie).
Vie biliari ed extra-epatiche non dilatate.
Vena porta pervia e di calibro regolare.
Il resto dell'ecografia addominale tutto nella norma.
Esami del sangue tutto nella norma con l'eccezione del valore della bilirubina totale (1,45) (bil.diretta 0,24) e della fosfatasi alcalina (48).
Ernia inguinale dx.
Allergia alla parietaria che provoca reazioni, sia pur leggere, fino ad agosto.
Domanda: posto che credo di dover superare la paura (mai operato) ed effettuare l'intervento di rimozione della colecisti (penso in autunno, per evitare problemi di allergia - colpi di tosse), e posto che non avrei problemi anche a togliere la colecisti in tecnica tradizionale, la presenza dell'ernia inguinale crea problemi per la tecnica laparoscopica?
Devo fare prima l'una o l'altra o si potrebbero magari fare contemporaneamente?
Sinceramente grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
E' possibile, anzi consigliabile, eseguire i due interventi contemporaneamente sia con tecnica videolaparoscopica che con metodica open. In base alle convinzioni del Chirurgo, e naturalmente le sue, è anche possibile eseguire la colecistectomia in videolaparo e nella stessa occasione l'ernioplastica con tecnica tradizionale.
[#2] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La presenza del calcolo, in assenza di sintomi, non e' di per se un 'indicazione all' intervento che, per quanto comune non e' esente da complicanze. Se si pone indicazione alla colecistectomia, la tecnica laparsocopica ha dimostrato offrire numerosi vantaggi e non vi e' motivo per eseguire una colecistectomia aperta a priori tranne rari casi particolari.
La presenza di un' ernia non crea problemi per eseguire una colecistectomia laparoscopica.
L' ernia inguinale di per se' e' un' indicazione all' intervento che, attualmente, puo' venire eseguito in day hospital in anestesia locale con una tecnica efficace e complicanze modeste.Non vi sono attualmente evidenze a vantaggio di una riparazione laparoscopica che necessita di un' anestestesia generale e puo' generale complicanze rare ma gravi.
Nel suo caso particolare essendo presenti entrambe le patologie, e' possibile eseguire contemporaneamente gli interventi in laparoscopia, anche se l' utilizzo di una protesi per riparare l' ernia suggerisce di non associarlo ad un intervento come la colecistecotmia che potrebbe aumentare il rischio di infezione della protesi, soprattutto in caso di spandimento biliare. Mi scuso per la prolissita' della risposta; in sintesi nel suo caso, previa valutazione clinica ovviamente, consiglierei in linea di massima prima riparazione dell' ernia in anestesia locale e in seguito, valutati insieme i pro ed i contro dell' intervento, colecistectomia laparoscopica. Auguri!