Utente 158XXX
Salve. Vista la gentilezza delle scorse volte, approfitto per chiedere una ulteriore informazione sui medicinali (fatalità la mia omeopata è in ferie e in questo periodo ho un poì di acciacchi). Sto prendendo "gocce 20 ml argentum nitricum mk". Ora dovrei prendere per una infiammazione dell'Oky e ogni tanto, cibalgina 2 fast. La mia domanda è simile all'altra volta: vi possono essere problemi prendendo insieme i due farmaci? In generale è vero che non vi sono comuqnue incompatibilità ma basta prendere la cura omeopatica almeno due ore dopo medicine tradizionali (esempio se ho la febbre posso prendere la tachipirina o i propoli col mal di gola)?
Grazie a chiunque vorrà darmi dei consigli.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
non c'è alcuna incompatibilità per l'assunzione del farmaco omeopatico ciato con il farmaco convenzionale.
L'avvertenza di assumere i farmaci omeopatici lontano dai pasti riguarda tutto ciò che permane nel cavo orale anche come sapore; quindi può assumere il farmaco omeopatico anche contemporaneamente al farmaco convenzionale se quest'ultimo va semplicemente deglutito, dopo (o prima) almeno mezz'ora se la formulazione è in gocce o se il farmaco è in compresse masticabili.
Cordiali saluti.