Utente 165XXX
gentili dottori voglio precisare che il glande non è a concorde ma riesco a piegarlo in due, se sto all'inpiedi il pene rimane giu,sento ancora dolore anche quando e flaccido e ripeto si è rimpicciolito a tal punto da non poter fare neanche una penetrazione se prima con il levitra avevo un rapporto al mese adesso sono finito completamente.
io penso che un professionista prima di operare a casaccio deve saper valutare la situazione con molta attenzione specie con un infartuato come me e chiarirla col paziente poi resta al paziente decidere,(io non avrei mai accettato visto le mie misure gia limitate) perche adesso mi ritrovo con un fastidio di oggetti inutili nei testicoli,un dolore seppure lieve ma costante al pene, e non posso piu fare sesso.
ora io vi chiedo, tutto questo e normale?
ho fatto presente la situazione al mio chirurgo ed ho notato che non era molto convinto di se, anzi mi ha consigliato di andare da un altro medico per farmi visitare, fuori citta.
allora sono arrivato ad una conclusione cioè, o c'è veramente un errore o se questa è la famosa tricomponente è solo una presa in giro per il paziente che si sottopone all'intervento come ultima spiaggia ed invece è solo pubblicità.
vi prego di darmi una risposta concreta. grazie buona serata a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

una protesi tricomponenete in un soggetto giovane dovrebbe essre impiantata avendo sottolineato il fatto che il pene possa perdere "in lunghezza" e che il glande possa modificare la sua capacità ad ottenere una ottimale tumescenza durante i rapporti sessuali.
Quest proprio ad evitare spiacevoli "sorprese" postchirurgiche
Altre considerazioni possono essere fatte solo dopo aver potuto visitare ilpaziente.
Ne riparli con chi la ha operata o con altro specialista esperto in protesi peniene (non sono molti)
cari saluti