Utente 168XXX
Gentili colleghi,
sono una cardiologa alla fine del sesto mese di gravidanza. Da qualche giorno mi sono comparsi sintomi compatibili con pollice a scatto. Non ho consultato uno specialista e nonso se sarebbe utile farlo dato che ovviamente non posso prendere antinfiammatori e certamente non vorrei sottopormi ad un intervento durante la gestazione (anche perchè, tranne il tipico scatto al risveglio sto bene durante la giornata). Vorrei sapere se c'è la possibilità che il disturbo regredisca spontaneamente o se tenderà a peggiorare, e se comunque posso aspttare la finen della gravidanza per prendere adeguati provvedimenti senza correre il rischio una cronicizzazione o complicanze della patologia. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' frequente la comparsa in gravidanza avanzata di patologie tendinee quali il dito a scatto e il m. di De Quervain. E' possibile che dopo il parto tutto si risolva da solo. Gli "adeguati provvedimenti" si prenderanno allora solo se il problema persisterà.
In bocca al lupo!
Cordiali saluti

A questo link http://www.ortopedicoabologna.it/index.php?id=17 è presente una breve descrizione del Dito a scatto
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Cara Collega,

non solo non ti devi affatto preoccupare per l'intero periodo della gravidanza in quanto lo scatto potrebbe anche regredire o attanuarsi spontaneamente (non succede spesso ma può succedere) ma anche perchè, qualora rimanesse un certo scatto senza dolore alla base del dito, in teoria, potresti anche temporeggiare (non è detto che si debba necessariamente operare in presenza del dito a scatto).

Diverso è se è presente anche il dolore (oltre allo scatto, cosa che potrebbe anche comparire in seguito): in questo caso, potresti fare semplici applicazioni di larer + ultrasuoni sulla puleggia A1, senza necessariamente ricorrere all'infiltrazione locale di steroidi.

In ogni caso, se lo scatto è solo al mattino (tipico), le possibilità di una regressione anche spontanea sono buone.

Ti consiglio di fare spesso i movimenti di flesso-estensione attiva del dito e, se puoi, fai anche il ciclo di laser + ultrasuoni (aumenti le possibilità che il problema lentamente si autorisolva).

Ciao !
[#3] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
Cari Colleghi, grazie della cortesia.
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buone vacanze !