Utente 136XXX
Salve sono una ragazza di 32 anni....le pongo subito la domanda...l altra sera mentre avevo un rapporto con il mio ragazzo mi è capitato di sentire il cuore avere dei battiti irregolari....tipo un doppio battito o un battito accellerato ( ma per 5 secondi )....e ovviamente mi sono preoccupata...
mi capita spesso anche a lavoro o dopo mangiato battitti cosi...a volte è un unico battito tipo uno piu forte...uno piu debole...un ddoppio battito...un ttre o quattro barttiti piu veloci...possono essere extrasistole? o potrebbe essere altro?grazie per l attenzione saluti....simo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente
l'ipotesi più probabile è quella dell'extrasistolia, ma per aver la certezza occorre naturalmente una visita cardiologica.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
..Prima di tutto grazie per la risposta...per il discorso della visita... soffro di extrasistole da ormai 7 anni...ho fatto visite e holter fino a fare lo studio eletrro fisiologico quasi 6 anni fa...con risultato che il mio cuore sembra sano...tutto ciò mi ha fatto piacere ma non capisco come mai ogni anno queste esxtrasistole aumentano....un dottore mi ha detto che potrebbe essere una cosa legata allo stomaco... ( infatti sono in attesa di fare la gastroscopia )...ma le extrasisistole possono possono venire per un problema di stomaco? e anche quando ho rapporti con il mio ragazzo ? grazie saluti simo
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente
E' possibile che disturbi gastrici (come un'ernia iatale) possano aumentare il numero delle extrasistoli, così come uno sforzo fisico le possa accentuare.
Il fatto pero' di aver eseguito tutti quegli accertamenti, compreso lo studio elettrofisiologico, deve assolutamente tranquillizzarla.
A disposizione per ulteriori consulti