Utente 806XXX
Gentili dottori,
un uomo normoteso (120-80) è normalmente soggetto a oscillazioni della pressione durante il giorno, dovute all'attività lavorativa, all'esercizio fisico, alle condizioni emotive e all'alimentazione. Quello che vi chiedo, è possibile quantificare queste oscillazioni? esiste una curva o un diagramma che diano indicazioni precise per l'identificazione e il calcolo di queste normali oscillazioni rispetto ai valori standard? fino a che punto quindi si possono considerare normali?

Grazie per l'attenzione che vorrete dedicarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente.
E' difficile quantificare quali liano i limiti di normalità delle oscillazioni dei valori pressori, perchè esse dipendono da molti fattori. si puo' ragionevolmente dire, che in assenza di malattie cardiologiche note, di diabete etc. i valori pressori non dovrebbero mai essere superiori a 140/90 mmHg e durante stress psicofici importanti (per esempio un esercizio fisico rilevante), la pressione non dovrebbe salire al di sopra di 170-180/90 mmHg.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 806XXX

Iscritto dal 2008
Ricevuto.

Grazie per la disponibilità.

Cordiali saluti.