Utente 381XXX
soffro da 13 anni circa di aritmia atriale (ho 70 anni),unici anni fa sono stato sottoposto a cardioversione elettrica e da allora, salvo qualche ricorso al pronto soccorso per attacco poi in breve tempo risoltosi, mi sono gestito da solo. Nei primi sei/sette anni con l'assunzione, mattino e sera di compresse ritmocolor (?) e successivamente con pastiglie almarytm (una la mattina e una la sera), una cardioaspirina e un quarto di lopresor. Saltuariamente ho avuto attacchi con pulsazioni irregolari a 130 battiti al minuto che si sono risolti, fortunatamente, anticipando la pastiglia successiva e nell'arco di tre/quattro ore (mi é stato detto che ne potrei assumere al massimo tre). La frequenza: qualche volta dopo un anno e mezzo, altre volta dopo tre mesi. L'ultimo attacco risale allo scorso mese di febbraio.L'ultimo esame Holter (n0vembre 2009) dava il seguente risultato:Max FC 96 bpm - MIN FC 53 bpm - Battiti totale 89679 in 22 ore 47 mn. - totale battiti normali 89483 - prematuri sopraventricolari 199 - SVT 0sNN50: 370 intervalli <8incremento maggiore di 50 ms) nelle 24 ore - 24hr Triangle index: 28 - COMMENTO: ritmo sinusale di base urante tutta la registrazione- blocco atrio-ventricolare di I° grado -non rilevate pause patologiche - ectopie sopraventricolari poco numerose, isolate, in una occasione avvertite come battito irregolare - sporadiche ectopie ventricolari, isolate - non variazioni del tratto ST di tipo ischemico.
Chiedo un Vostro cortese parere se la terapia é tuttora valida e se c'é qualche nuovo farmaco più valido o qualche suggerimento per ridurre sempre più il pericolo di ulteriori attacchi.. Soffro anche di calcoli colecistici e assumo deursil. Spero le due terapie siano compatibili.
Grazie della Vostra attenzione, porgo distinti saluti.
Grazie della Vostra cortese attenzione
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,
lei sta assumendo due farmaci (Almarytm e Lopresor) che hanno avuto effetto positivo sulla riduzione quasi totale delle aritmie sopraventricolari.
Mi permetto di segnalarle tuttavia:
1 che all'Holter viene segnalato un blocco AV di 1ª grado (da tenere quindi sotto controllo conECG ripetuti), anche se non sono state evidenziate pause significative
2- lei non pare essere in terapia con anticoagulanti orali; questi farmaci sono indispensabili per ridurre il rischio di trombo emboleie legate alle aritmie sopraventricolari.
Le consiglio pertanto di rivolgersi al proprio CArdiologo per un migliore inquadramento.
COrdialita'
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio di cuore per il suggerimento,che sarà mia cura seguire al più presto, e per la cortese urgente risposta.
[#3] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2007
Egregio Dottore sto eseguendo nuovi accertamenti (holter-ecg da sforzo)per risottopormi, come da suo suggerimento, a nuova visita medica. Nel frattempo,mi permetto sottoporLe un altro quesito: in questi giorni ho letto del "dronedarone"; nel mio caso potrebbe sostituire l'almarytm? E' più efficace? La ringrazio anticipatamente del cortese parere che vorrà fornirmi. Distinti saluti.
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ho già impiegato il dronedarone in alcuni pazienti e con buoni risultati e quindi può proporlo al suo Cardiologo . Sottolineo pero la necessita che lei inizia terapia anticoagulante, al fine di ridurre il rischio, che lei ha elevato, di tromboembolie. Cordialità. Cecchini
www.cecchinicuore.org