Utente 925XXX
Salve! E' dall'inizio di luglio che ho l'occhio rosso tutto intorno alla pupilla. l'oculista mi ha detto subito che erano "infiltrati tossici" qualcosa dell'alimentazione insomma: mi ha dato collirio cortisonio e un antistaminico. Finita la prima terapia il mio occhio era appena migliorato ma dopo pochi giorni è tornato molto rosso, a tratti dolorante e al risveglio era pieno di sporco. Tornata dal mio oculista, mi ha detto di fare un altro ciclo di cortisone (aveva controllato che il tono fosse buono) l'ho conclusa e sono tornata punto e a capo, occhio rosso e sporco al mattino.
Ora l'oculista è in ferie: che faccio? Sento un altro medico? Interrompo la terapia (nel senso che non ricompro il cortisone e aspetto che passi da solo?
Spesso d'estate, a luglio, ho questo problema, ma ho fatto gli esami per le allergie e non è risultato nulla (escluse le alimentari).

Grazie!
[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,

L'occhio rosso cronico può avere numerose cause e, quando è arrossato "tutto intorno alla pupilla", si possono anche ipotizzare patologie a carico della cornea, la parte trasparente che si trova davanti alle pupille.

Per prudenza, se può, si sottoponga ad un nuovo controllo.

In bocca al lupo!
[#2] dopo  
Utente 925XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta, vi disturbo nuovamente: il rosso intorno alla pupilla si è "spostato" ovvero, inizialmente era nella metà destra (occhio sinistro)ora, dopo un mese è rosso nella parte inferiore. I problemi alla cornea li ho avuti 2 anni fa, sempre a luglio, distrofia della cornea dovuta a non si sa che cosa (uso lenti a contatto pochissimo, 1 o 2 volte a settimana in media, ma questa estate MAI).

l'oculista che mi segue è un primario, mi fido abbastanza, ma vi chiedo, per vedere il problema del mio occhio, è sufficiente la visita con quel macchinario con cui di solito visitano gli oculisti, o sono previsti esami specifici?

Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Cara signora,

In genere è sufficiente "il macchinario" di noi Oculisti ma, se sono necessari esami più approfonditi, certamente Le saranno consigliati dal Suo oculista.

Saluti!
[#4] dopo  
Utente 925XXX

Iscritto dal 2008
Gentili dottori, vi scrivo perchè ho ancora il problema che vi ho posto, con la differenza che di oculisti ne ho sentiti altri due. (Il rossore è iniziato a inizio luglio).
Il secondo oculista mi ha dato il classico collirio con cortisone e antibiotico, il problema del rossore è scomparso, ma mi sono comparse delle calazio tutte sulla palpebra superiore (parliamo di inizio settembre.)

Due settimane fa mi ha visitato un terzo oculista il quale mi ha diagnosticato una blefarite cronica con calazio, mi ha fatto fare un tampone per vedere se e quali batteri avevo nell'occhio, ma è risultato negativo.
Io sospetto che le calazio fossero dovute alla sensibilizzazione da colliri, infatti le calazio stesse mi escono quando uso i colliri stessi.
Lui mi ha risposto che non dovrebbe essere cosi, ma non mi ha dato altri colliri cortisonici o antibiotici, bensì delle lacrime artificiali.


Io chiedo:
- mi devo preoccupare di avere qualcosa di grave? Il problema è solo in un occhio, è stato visitato da tre dottori, quindi presumo che se ci fosse qualcosa di grave l'avrebbero visto, ma...

- due medici mi hanno detto che l'occhio rosso può essere la spia di qualcosa che non va nel corpo, ma NESSUNO mi ha detto quali accertamenti fare: questo perchè non possono prescrivermi un check up completo? Io sto bene, non ho problemi "visibili" ma se ho qualcosa che non va vorrei sapere dove andare a cercare

- siccome è improponibile continuare così, mi volete consigliare un centro specializzato oppure devo rivolgermi alle medicine alternative/olistiche?

Sono anche un pò arrabbiata visto che entrambe alla fine mi hanno detto "magari alla fine mi passa da solo" ma qui non vedo miglioramenti!!!

Grazie a chi vorrà aiutarmi.
[#5] dopo  
Utente 925XXX

Iscritto dal 2008
Qualcuno sarebbe così gentile da rispondermi? Grazie!
[#6] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Cara signora,

Arrabbiarsi, anche se può essere comprensibile, non serve. Ciascuno di noi cerca di fare il proprio lavoro meglio che può, offrendo al paziente l'assistenza e la cura di cui si ritiene abbia bisogno. Non tutte le patologie, però, possono essere agevolmente controllate e, in alcuni casi, occorre comunque molta pazienza nel farsi seguire con costanza, lavorando ASSIEME al proprio oculista di fiducia, fino a reperire una soluzione soddisfacente.

Le consiglieremmo, quindi, di tornare da uno degli oculisti che L'hanno già visitata per cercare, con lui, una soluzione che possa almeno lenire il Suo disturbo.