Utente 221XXX
Egregi dott.ri vi scrivo nella speranza di un consiglio da parte vostra.A Dicembre ho avuto un' incidente stradale che mi ha procurato una microfrattura a livello corticale dello sterno e la frattura dell' 8° e 9°costola di dx.Specifico che le fratture alle costole non mi erano state trovate quindi per un mese ho fatto movimenti che probabilmente non hanno aiutato la loro guarigione.Avendo ancora dolori mi sono recata in privato a fare dei rx e mi hanno trovato le costole fratturate, inclinate e la 9° scomposta.Le ultime rx che ho fatto in giugno rilevavano l' 8° costa risaldata ma la 9° ancora no.In effetti ho ancora diversi disturbi,sento un "cric-croc" continuo, ho dolori se stò in determinate posizioni, alle volte mi sembra di avere un coltello dentro che mi punge.Ora vi chiedo è possibile che dopo 7 mesi quasta non si sia ancora saldata?E come posso andare avanti così se non si dovesse saldare più? Il mio medico curante mi ha detto che l' unica soluzione se il problema dovesse persistere sarebbe di intervenire chirurgicamente,ma essendo un' intervento comunque invasivo io vi chiedo ne vale la pena?Non c'é la possibilità di risolverlo in altra maniera?Vi prego di darmi una risposta in quanto sono veramente preoccupata per come devo comportarmi.Vi ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti.
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Praticamente la chirurgia del torace per trauma è rarissima e non si esegue nel suo caso. Le consiglio comunque una consulenza dal chirurgo toracico o da una traumatologo per la prescrizione di un corsetto che può coadiuvare la guarigione.
Marcello Masala MD