Utente 154XXX
salve,
mia mamma, 68 anni, è stata operata per un ca.mammario (STADIAZIONE sec TNM VII edizione: pT1b (cm 0,8), MX)
FATTORI PRONOSTICI:
ER: begativo
Pgr:negativo
indice di proliferazione (Ki67): 40%
Hercep test (approvato FDA) score: 3+ (intensa marcatura completa della membrana individuata in >10% delle cellule tumorali).
Immunoreattività con siero:
anti GCDFP-15:positivo, focale
anti Bcl2: negativo
anti-citocheratina 7: positivo

Inizialmente ci avevano prospettato una chemio terapia cosi composta
4 cicli di EC - 1 ciclo ogni 21 gg
4 cicli di docetaxel - 1 ciclo ogni 21 gg

Dopo circa una settimana dal primo ciclo di EC, ahimè, ha iniziato a manifestare uno sfogo cutaneo che il dermatologo ha definito sindrome di stevns-jhonson.
Data la violenza di tale sfogo gli oncologi hanno ritenuto opportuno sospendere i cicli di EC e continuare con il docetaxel ma abbiamo avuto lo stesso problema nonostante la somministatrazione di cortisone e antistaminici prima del ciclo.
Gli oncologi dicono di contiuare solo cn la terapiqa bilogica ma io sn seriamente preoccupata.
voi, cosa mi consigliate? dove posso rivolgermi per un consulto dermatologico/oncologico?
grazie a chi risponderà.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Cara signora,
la Steven Johnson è una situazione estremamente grave, una delle poche emergenze in dermatologia: richiede una ospedalizzazione e un controllo continuo del paziente. Diversa è una reazione seppur intensa a farmaci somministrati. Da come parla dubito che l'intensità della reazione della sua mamma sia stata tanto grave da dare una disepitelizzazione diffusa. Difficile darle una valutazione a distanza, anzi impossibile. Il consiglio è che vada nel centro dermatologico universitario più vicino a lei , d'accordo con gli oncologi, con cui si dovrà sempre interfacciare il collega dermatologo. Poi , se vuole, ci faccia sapere

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dott. Mocci per la risposta.
Preciso che mia mamma è stata interessate da disepitelizzazione diffusa iniziata prima su schiena, braccia, petto, addome e infine sulle gambe. il rossore e la succesiva desquamazione non ha interessato SOLO il volto e il cuio capelluto a meno di qualche chiazza.
Vi chiedo, se mi è permesso, di indicarmi un centro "idoneo" a tale situazione considerando che viviamo a matera.
Martedi rivediamo gli oncologi e vorrei prospettar loro l'ipotesi di rivolgerci presso il centro che, con gentilezza, le chiedo di indicarmi.
Non sono tranquilla a sapere che la chemio, inizialmente ritenuta ncessaria (anche se a scopo precauzionale), possa essere sospesa.
Grazie ancra