Utente 100XXX
Gentili Dottori,
Tempo fa mi sono fatto seguire da un andrologo per l'eiaculazione precoce, dopo un paio di visite e dopo varie prove, con nefluan e priligy 30, mi ha suggerito (per alleggerire notevolmente il problema di E.P.)di effettuare un intervento di frenuloplastica.
Due settimane fa, un collega del dottore, ha eseguito l'intervento; il decorso operatorio è andato tutto regolare, i punti mi sono stati tolti.
Ho notato, tuttavia, due cose che mi fanno preoccupare: , c'è stata da parte sua una "manipolazione" di pochi secondi (5 giorni dopo l'intervento) che mi ha portato subito ad eiaculare. e proprio ieri(20 giorni dopo l'intervento)ho riavuto rapporti, però tutto come prima 1/2 minuti. Non é possibile aver peggiorato la situazione ( o perlomeno non è cambiato nulla!)con l'intervento che doveva risolvere tutto?

Premetto che nell'intimità sono molto eccitato dalla mia ragazza, infatti il pene rimane sempre in erezione dopo l'eiaculazione.
Cosa potete dirmi a riguardo? Visto che non so se potrei accettare di essermi operato inutilmente, e per di più essermi fatto seguire inutilemte senza poter risolvere.

Grazie mille...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Del Grasso
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Ancora è prematuro per dedurre che la frenuloplastica è stata inefficace per ridurre l'Eiaculazione Precoce: ancora la parte incisa è molto sensibile. Potrebbe essere utile utilizzare un po' di gel anestetizzante come quello che hai già utilizzato per cercare di migliorare i rapporti fino a che la zona non è completamente guarita e la sensibilità ridotta a livello del frenulo.
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno,
E' ormai passato oltre un mese dalla frenulo plastica per curare l' EP.
Purtroppo Enormi miglioramenti non ne ho avuti, inoltre credo che la sensibilità si sia ridotta abbastanza nella zona interessata.
Mi tocca prendere priligy 30 prima del rapporto.

Non c'è quindi soluzione?

Grazie..
[#3] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente, considerata la sua età, prima di prendere qualunque farmaco, sarebbe sensato contattare nuovamente l'andrologo (eventualmente sentendo un parere di un altro medico) e qualora venisse esclusa qualunque tipo di patologia organica, contattare uno psicoterapeuta esperto nel trattamento dei disturbi sessuali.
Se la causa dell'EP fosse psicogena, deve essere adeguatamente diagnosticata e trattata.
In genere il trattamento è breve.

Saluti,
[#4] dopo  
Dr. Andrea Del Grasso
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Concordo con la Dott.ssa Angela Pileci: se è ormai passato un po' di tempo dall'intervento e persistono i sintomi vale la pena prenotare una visita andrologica di controllo. Il collega andrologo dovrà controllare la ferita, escludere le cause organiche dell'eiaculazione precoce ed eventualmente inviarti da un buon psicoterapeuta. I farmaci possono aiutarti nel migliorare la sintomatologia ma, se il problema è psicologico, è meglio affrontarlo con la cura guista, la psicoterapia appunto.