Utente 642XXX
Mia madre, di 70 anni, soffre da diversi anni di sordità bilaterale che si è manifestata improvvisamente. Quest'anno ha acquistato il secondo apparecchio acustico, con il precedente non sentiva ormai nulla e abbiamo considerato che andava sostituito. Ora è un calvario, non ci sente proprio. Le ultime visite dicono che a mia madre mancano alcune lettere pertanto lei sente chi le parla ma non riesce a tradurre tutte le lettere che compongono il discorso. Ora il tecnico che la segue con l'apparecchio la vede una volta a settimana, e prova di modificare piano piano la sintonia dell'apparecchio. Due mesi fa alla mamma è stato impiantato un pace maker. Come posso procedere per cercare di migliorare il suo stato di salute? Esiste la possibilità di fare qualcosa per riabilitare l'udito? Un ringraziamento ancitipato per il tempo dedicato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
24% attività
0% attualità
4% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Gentile signora
sembra trattarsi di una sordità con "riduzione " della comprensione verbale.
Esistono in commercio apparecchi all'uopo. si faccia consigliare prima dal medico però
saluti