Utente 165XXX
Salve,
sono un ragazzo di 29 anni e da tempo (da molti mesi, ma intensificato con il tempo) ho notato un pallore "preoccupante" in volto. E' un dato che spesso mi fanno notare anche gli altri, anche se sono degli sconosciuti. Il pallore si intensifica la mattina appena mi sveglio, ma anche la sera. Questo pallore è accompagnato da una stanchezza e spossatezza cronica e da un bisogno eccessivo di dormire. Faccio molta fatica a recuperare la concentrazione e questo mi comporta una certa pigrizia e superficialità nell'affrontare anche le situazioni quotidiane più comuni. Per non parlare del lavoro che svolgo in cui l'attività intellettuale è fondamentale.

E' bene rimarcare che ho sempre sofferto di cefalee sin da quando avevo 16 anni circa e che si traducevano in dolori pulsanti sul sopracciglio destro, ma negli anni il problema si è evoluto anche in dolori dietro la nuca e contrazione eccessiva dei trapezi.

Questa contrazione dei trapezi, che si trasforma in dolore dietro la nuca nel corso della giornata, è diventato un problema spesso invalidante che si manifesta sin da quando mi sveglio la mattina.

Ho avuto sempre una vita attiva e soprattutto brillante: eccellente in ambito accademico e molto soddisfacente in ambito professionale, ma ultimamente il ritmo dell'attività celebrale è rallentato notevolmente provocandomi un senso di disagio e frustrazione. A volte questo mi provoca anche un stato d'ansia che si traduce spesso anche in sensazioni di nausea, contrazione dello stomaco e difficoltà di respirazione.

Anche il desiderio sessuale è calato notevolmente negli ultimi 2 anni e non credo sia normale per un ragazzo della mia età.

Sono stato un paio di volte dal mio medico curante, ma mi ha sempre liquidato con le solite storie del "cambiamento di stagione", "è solo un pò di stress" o ancor peggio "stanno tutti così".

Spero che la mia descrizione possa fornire informazioni sufficienti per inquadrare anche macroscopicamente la categoria medica del mio problema e potermi indicare il tipo corretto di analisi a cui potrei essere sottoposto.

Vorrei sapere da voi se questo pallore eccessivo potrebbe essere causato da qualche problema virale, oppure se è correlato con la stanchezza cronica e mal di testa e quindi potrebbe essere un problema neurologico oppure potrebbero essere i sintomi di uno stato depressivo. Magari potrebbe anche solo essere, come dice il mio medico, semplicemente "solo un pò di stress". Basta saperlo per vivere più serenamente.

Vi ringrazio anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buongiorno, è abbastanza difficile poter arrivare ad una corretta diagnosi per un problema che lei riferisce da diversi mesi. Non ci dice inoltre se ha avuto un evento specifico (malattia) prima che questi sintomi insorgessero così come se il suo curante le ha fatto fare degli esami di controllo nel frattempo.
Così "a naso" e comunque con tutti i limiti dei consulti a distanza e lungi dal fare diagnosi le propongo di leggere questo link allegato alla riposta del nostro Collega Ferrero Leone per valutare se molti dei sintomi riferiti li ritrova in quella che può essere la sindrome da stanchezza cronica.
http://www.medicitalia.it/minforma/medicine-non-convenzionali/361-cfs-sindrome-affaticamento-cronico.html
Le chiedo anche se il suo curante ha preso in considerazione tale possibilità.
Ci faccia sapere.
Saluti