Utente 117XXX
Salve, vi sarei grato se mi spiegaste, in termini molto semplici, il risultato di questa visita cardiologica eseguita dopo un ecocardiogramma:

ANAMNESI PATOLOGICA REMOTA, FATTORI DI RISCHIO, COMORBIDITÀ
In età infantile riscontro di soffio cardiaco interpretato come innocente; nel 2004 ecocardiogramma (per svolgere attività sportiva) con evidenza di piccolo shunt interventricolare sottoaortico; 6 mesi fa episodio di cardiopalmo soggettivamente avvertito con eccesso in PS, non ulteriori accertamenti cardiologici; alcune settimane fa recidiva di cardiopalmo e nuovo controllo ecocardiografico con evidenza di ipertensione polmonare e insufficienza tricuspidalica. Il 25/05/2009 HOLTER con evidenza di ritmo sinusale normofrequente.

ESAME OBIETTIVO
Toni cardiaci validi e ritmici, primo tono sdoppiato; rinforzo secondo tono su polmonare; soffio da rigurgito tricuspidalico 2/6. PA 150/100

ELETTROCARDIOGRAMMA
Ritmo sinusale tachicardico con deviazione assiale sx.

Volevo inoltre chiedervi, in tutta sincerità, la gravità di queste patologie classificando da 1 a 10, dove 1 è un innocuo soffio e 10 è una grave disfunzione cardiaca (trapianto dell'organo).
Vi ringrazio per l'attenzione, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I due eco sono molto discordanti, e pertanto le consiglio di eseguire un eco presso una struttura qualificata che li a Parma non mancherà di certo. Sarebbe utile, data la giovane eta' un eco transesofageo ed eventualmente un cateterismo cardiaco. Cordialita