Utente 169XXX
Buongiorno
A mia madre (75 anni) è stato diagnosticato un polipo vegetante facilmente sanguinante e non infiltrante nel colon cieco.
Ha fatto recentemente la tac che non ha rilevato metastasi negli altri organi (fegato,reni, via biliari) e quindi le stanno programmando l’intervento (è ricoverata all’ospedale di Perugia).
Speravo le facessero la laparoscopia ma dicono che forse va fatto l’intervento tradizionale perché ne ha già subita una per l’esportazione dell’utero (che gioia questo è il secondo tumore) e dicono che ci possono essere delle “aderenze”(?)
Sono preoccupata e vorrei avere da voi qualche informazione relativamente al tipo di tumore alla sua prognosi e all’intervento che deve fare (è doloroso, i tempi di recupero, è davvero necessario fare l’intervento chirurgico tradizionale?).
Vi chiedo se fosse possibile di darmi un consulto il prima possibile visto che mia madre si dovrebbe operare o nel fine settimana o all’inizio della prossima..
Magari riuscite a darmi un po’ di coraggio
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

la sua speranza era corretta riguardo l'approccio, verosimilmente, spero, l'approccio potrebbe essere laparoscopico, sempre in tempo a convertire l'approccio qualora fossero presenti aderenze esito dell'intervento precedente.

in linea di massima comunque meglio un accesso certo che uno in cui ci si sente meno tranquilli.

consideri sempre i limiti di una valutazione a distanza.

per quanto riguarda le notizie da lei riferite sembrerebbe un problema limitato all'organo.

sarà l'esame istologico definitivo a dirle la reale situazione.

un grosso in bocca al lupo, mi tenga informato

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno dottore grazie per la risposta.
Vorrei aggiungere qualche elemento:ieri parlando con un medico mi diceva che non si tratta di un tumore primario ma di una recidiva perchè nel reperto istologico (biopsia fatta a seguito di colonscopia) hanno trovato cellule dell'endometrio solo che mi ha terrorizzato dicendomi che quando aprono devono vedere se possono levarlo tutto perchè essendo all'esterno potrebbe essere arrivato in punti che non si possono toccare. Allora io gli ho detto che tanto fuori dal colon non poteva essere visto che quando ha fatto la colonscopia si vedeva chiaramente questa formazione (il medico aveva diagnosticato un polipo vegetante).
Inoltre dall'ecografia la massa indicata era di 5 cm. Insomma non ci capisco più niente e non so più cosa pensare. Mi può dare un suo parere?
Grazie mille
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
è importante l'esame istologico del polipo.

non è chiaro molto quello che mi ha detto e comunque entrerebbe n contrasto con la risposta tc. il tumore dell'utero quanto tempo fa è stato asportato e l'esame istologico di questo?

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno
il tumore all'utero l'ha tolto nel 2005 l'esame istologico parlava di un tumore stadio G3 arrivato all'ovaio destro con linfonodi negativi. Mia madre ha fatto poi un ciclo di radioterapia.
Ora a luglio ha fatto prima l'ecografia nel corso della quale è stata vista una neoformazione di 5 cm a livello del cieco. E' seguita una colonscopia con la quale è stato diagnosticato un polipo vegetante, sanguinante a livello del cieco dal quale è stato prelevato una parte per la biopsia. Dalla tac è poi emerso che gli altri organi sono a posto e risulta un ispessimento del colon.
A questo punto sembrava tutto chiaro cioè che fosse un tumore primario. Ma poi dall'esito della biopsia emerge che ci sono cellule endometriali e allora dicono che non si tratta più di un tumore primario ma di una recidiva e allora le cose si complicano se la massa non parte da dentro ma da fuori al colon perchè se è posizionato male non è detto che possano asportarlo tutto.
Allora mi chiedo ma la massa non era di 5 cm? e allora come fa ad aver attraversato la parete del colon e ad essere penetrato in questo? Insomma non capisco..
La ringrazio tantissimo per la sua disponibilità .. spero di averle spiegato meglio..
[#5] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
lei si spiegata,

la storia clinica ora è n pò più chiara, anche se non ho visto la documentazione e le immagini. non so per esempio il tipo di intervento eseguito e con quale approccio (questo solo per capire se fosse praticabile il tentativo laparoscopico).

questo tipo di interventi, approcci, devono essere eseguiti in luoghi dove è quotidiano l'uso della laparoscopia sia come metodica diagnostica che operativa.

per quanto riguarda l'intervento e se siamo di fronte ad una recidiva o ad un tumore primitivo del colon, questo solo con l'accurata analisi dei dati sopra menzionati potrà essere, forse, possibile capirlo.

i medici curanti sono gli unici, al momento, a poter dire qualcosa di significativo.

mi tenga informato

cordiali saluti